Juve-Bologna 3-1, l'analisi del centrocampo - Khedira rivitalizza il reparto, ma Hernanes delude ancora

Juve-Bologna 3-1, l’analisi del centrocampo – Khedira rivitalizza il reparto, ma Hernanes delude ancora


Dopo due uscite a vuoto, la Juventus torna al successo in campionato grazie al 3-1 casalingo contro il Bologna.

Buona la prestazione del centrocampo bianconero, che sembra essere rinato dopo il recupero di Khedira. Il tedesco, grazie al suo dinamismo, ha rivitallizzato un reparto apparso spento nelle prime uscite stagionali. Non ancora al meglio della condizione fisica, l’ex giocatore del Real Madrid non ha impressionato granchè nel primo tempo, per poi crescere nella seconda frazione di gioco e trovare di testa il gol del 3-1, che, di fatto, chiude il match. Le sue doti nell’inserimento torneranno utili: il contributo offensivo dei centrocampisti, infatti, era uno degli elementi che era maggiormente mancato fino ad ora.

Come Khedira, anche Pogba non ha giocato un gran primo tempo, ma è migliorato sensibilmente nel corso della ripresa, mettendo in grave difficoltà i centrocampisti del Bologna grazie alla sua fisicità. Ancora qualche leziosismo di troppo, derivante probabilmente da quella voglia di dover necessariamente dimostrare che quel numero 10 dietro le sue spalle non è lì per caso.

Chi invece ci ha ormai abituato a grandi prestazioni è Cuadrado. Anche stavolta il colombiano ha sfoggiato la sua corsa unita a dribbling e assist preziosi per i compagni. Ottima l’intesa con Morata e Dybala, l’auspicio è che Marotta riesca a riscattarlo dal Chelsea in vista della prossima stagione.

L’unico apparso ancora in ombra è Hernanes. Allegri continua a schierarlo regista, ma il brasiliano non sembra adatto a coprire quel ruolo. Al 67′ viene sostituito da Lemina, che conferma il suo buon momento di forma, facendo girare palla in maniera discreta, aiutato anche dalla situazione di vantaggio della squadra sugli avversari.