Juve-Siviglia, l'analisi dell'attacco - Dybala sfortunato, Morata implacabile

Juve-Siviglia, l’analisi dell’attacco – Dybala sfortunato, Morata implacabile


Stenta in campionato, stupisce in Champions. La double face della Juventus si conferma anche nella sfida contro il Siviglia, in cui i bianconeri hanno mostrato al mondo intero tutto il loro potenziale. Un potenziale, quello offensivo, che lascia ben sperare in vista del prosieguo della stagione.

Allegri schiera come tandem d’attacco la coppia composta da Dybala e Morata, entrambi autori di un’ottima partita.

Partiamo dall’argentino. L’ex rosanero si muove tanto, crea gioco e sfiora anche il gol con un bellissimo tiro a giro, che si spegne di poco sul fondo. La sua imprevedibilità dà soluzioni pericolose al gioco della Juve. Nel finale, nonostante sia vittima dei crampi, lotta su un pallone che poi Zaza tramuta in gol dopo una cavalcata di 40 metri. Una volta che il suo inserimento sarà completo, Dybala potrà essere senza dubbio un uomo fondamentale.

Chi, invece, è fondamentale già oggi, nonostante la giovane età, è Alvaro Morata. Per la quinta volta consecutiva, lo spagnolo va a segno in Champions League. Il numero nove bianconero sfrutta a pieno l’unica palla gol capitata svettando di testa sul diretto rivale. All’80’ viene sostituito da Zaza, che sfrutta la sua freschezza e la stanchezza dei difensori iberici per chiudere definitivamente l’incontro. Cerca il bis, ma non lo trova.

Alfredo Spedicato (@AlfredSped)

ULTIME NOTIZIE