Llorente: “Mi sento ancora juventino. Il gioco di Allegri mi ha danneggiato”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Fernando Llorente domani salterà la partita di Champions League tra il suo Siviglia e la Juve a causa di un infortunio muscolare. “Non ci posso credere: non parto per Torino. A questa partita ci tenevo tantissimo.Ho un problema muscolare, preferiamo non rischiare”.

Ecco l’intervista rilasciata da Llorente ai colleghi di Tuttosport.

Tuttosport: Che succede alla Juventus?

Llorente: “Sinceramente quest’estate quando ancora ero a Torino sapevamo che non sarebbe stato facile. Avevamo perso tre giocatori importanti come Tevez, Pirlo e Vidal, tre titolari, gente che risolveva le partite. Quando si cambia tanto in profondità ci vuole tempo per ritrovare l’unione, lo stile di gioco. Ora ci sono giocatori diversi con uno stile differente, non è facile trovare il cammino della vittoria“.

Tuttosport: E lei perchè è andato via?

Llorente: Visti i nuovi acquisti avevo capito che il mio spazio si sarebbe ridotto. Sapevo che alla Juventus non dispiaceva una mia eventuale partenza e quando è arrivata la possibilità di venire a Siviglia a giocare la Champions League diciamo che è stata la quadratura del cerchio. Eravamo tutti contenti, però mi è dispiaciuto ugualmente andar via“.

Tuttosport: Ha giocato tanto con Conte e meno con Allegri. Come mai?

Llorente: Il sistema di gioco è cambiato e mi ha danneggiato, poi ci ho messo del mio, probabilmente non ho fatto i gol che dovevo fare. Con Conte giocavamo di più sulle fasce e la cosa mi faceva bene. Con Allegri, invece, il gioco passava sempre per vie centrali“.

Tuttosport: L’ha fatto fuori l’amico Morata?

Llorente:  Fernando ride. “Già l’ho fatto inserire benissimo! Alvaro è un grande giocatore. Ha potenzialità enormi e l’ha dimostrato nella seconda parte della scorsa stagione. Ha un grande futuro davanti a sè: deve continuare a crescere e non smettere di lavorare e impegnarsi. La Juventus è una delle squadre più grandi d’Europa, non aspetta nessuno“.

Tuttosport: L’ha sentito?

Llorente: Certo. Mi diceva:”Torni a Torino.Sono sicuro che ci fai gol. E invece non parto neanche, altro che gol“.

Tuttosport: Siviglia e Juventus, appena 5 punti nelle prime 6 giornate

Llorente:Obiettivi diversi ma crisi e cause simili: noi non puntiamo alla Liga ma un piazzamento Champions e la cosa si è complicata così come lo Scudetto per la Juve. Però sono sicuro che la Juve sarà lì a lottare. Certo che se guardo la classifica con Inter, Fiorentina e Torino lì su, i peggiori rivali della Juventus…Sono contento di non dover andare al bar o in giro, immagino che i torinisti stiano godendo parecchio“.

Tuttosport: Che partita dobbiamo aspettarci?

Llorente:Una bellissima partita. Una Juve che farà di tutto per vincere la partita. Lo Stadium dà grande forza“.

Orlando Aita (@OrlandoAita)

 

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook