Retroscena di mercato, la Juve ha offerto 20 milioni per Pastore, no del PSG

La ricerca del trequartista è stato il tormentone dell’estate 2015 in casa Juve, raggiungendo l’apice con la beffarda vicenda Draxler. Nessun fantasista è arrivato, sebbene il talento di Cuadrado abbia portato soluzioni altrettanto allettanti, anche se diverse.

I colleghi di calciomercato.com svelano però un retroscena di mercato. Tra le tante idee per il ruolo, gli uomini mercato juventini hanno offerto 18-20 milioni al Psg per Javier Pastore a giugno, quando ancora si era all’inizio della sessione. Il club parigino avrebbe detto no per due motivi:

  • Blanc non voleva privarsi di un giocatore con le sue caratteristiche, lo ha subito comunicato sia al ragazzo che al suo presidente.
  • La questione Coman. Il talento di Coman è stato portato via a parametro zero dalla Juventus proprio ai parigini, che lo avevano già in rosa. Tutto legale, ovviamente, ma i francesi non hanno gradito la perdita di un talento simile, ragion per cui Pastore non doveva finire alla Juventus.

Questo è stato l’inizio di un mercato strano, dove le prime opzioni sono state depennate sempre. Ora Allegri deve amalgamare un insieme di nuovi personaggi, molto diversi per caratteristiche tecniche ed umane a quelli dell’anno scorso. Non è facile.

Roberto Moretti

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy