Top and Flop: Napoli-Juventus

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La Juve continua a perdere punti, confermando un trend che la vede in netta difficoltà in questo avvio di campionato. Arriva la terza sconfitta in sei partite, al San Paolo passa un grande Napoli che ha meritato ampiamente la vittoria. Allegri ha ancora una volta cambiato modulo, riposo per Cuadrado e dentro Hernanes: mossa terribile. La vetta è sempre più lontana, adesso il Siviglia e poi il Bologna: due gare allo Stadium per provare a rialzarsi. Top and Flop:

Top, Lemina. Il ragazzo sta offrendo prestazioni più che positive: una diga davanti alla difesa, propositivo quando gioca da mezz’ala. Recupera tantissimi palloni ed è l’unico che, grazie alla sua personalità, tiene a galla il centrocampo; un suo inserimento è premiato con la prima rete in Serie A, giusto merito per chi gioca con grande voglia e cattiveria. Sicuramente è l’unica cosa da salvare dalla trasferta partenopea: Lemina è un ottimo giocatore che può dare tanto anche in termini di carattere.

Flop, Hernanes. Partita terribile. Il brasiliano, schierato davanti alla difesa, soffre maledettamente il pressing di Allan che lo costringe a perdere diversi palloni; le sue difficoltà lo portano anche a diversi errori d’appoggio che spesso vanificano ottime trame offensive. Pesa come un macigno l’errore a metà campo che poi porta al gol di Higuain; per l’ex Lazio tante sciocchezze che scaturiscono in una prova gravemente insufficiente. È la prova concreta che il suo ruolo naturale è dietro le punte, per giocare regista  servono altre qualità.

RISULTATO FINALE: Napoli-Juventus 2-1 (Insigne, Higuain, Lemina)

Antonio Capizzi