Di Francesco: “Fossi stato alla Juve avrei preso Berardi. Zaza? Lo vedo diverso”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il suo Sassuolo è terzo in classifica, dopo un avvio super. Eusebio Di Francesco ha sicuramente motivi per essere felice: “Spero che possa continuare così ed è merito del gruppo con cui lavoro – ha detto a ‘Radio Deejay’ –. Per fare bene, serve tempo. Non si può avere tutto e subito. La mia priorità è sempre stata il gruppo”.

“Il Chievo è l’avversario peggiore che potevamo incontrare – ha continuato –. È una squadra in forma, che rispetto allo scorso anno ha imparato anche a segnare molto di più. Dovremo stare molto attenti. Bisogna essere corti e bravi a ribaltare il gioco. Per noi serve il recupero palla con una squadra sempre molto corta”.

Contro i clivensi tornerà anche la stella della squadra, Domenico Berardi. Quest’estate, il calabrese ha avuto l’opportunità di approdare alla Juventus, ma alla fine si è scelto di lasciarlo un altro anno al Sassuolo: “Credo che abbia inciso la volontà di Domenico – dice Di Francesco –. È un ragazzo giovane che vuole giocare, cosa che in una grande squadra non è sempre possibile. Io l’avrei preso fossi stato alla Juve, ma sono felice di averlo ancora con me”.

Destino diverso, invece, per Simone Zaza, che è approdato a Torino e, dopo qualche difficoltà, ha trovato il primo gol in bianconero: “La prima chance a livello di pericolosità e di gol l’ha sfruttata, ma i risultati non dipendono da un solo fattore. Ha avuto qualche difficoltà all’inizio ma adesso lo vedo diverso”. Vedremo se l’attaccante lucano riuscirà a lasciare ancora il segno.