Allegri: “Ai ragazzi non posso rimproverare nulla. Mancano i punti”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium dopo la sconfitta patita al San Paolo contro il Napoli per 2-1. Di seguito le sue parole.

“Preoccupato? No, ai ragazzi non posso rimproverare nulla. Abbiamo preso 5 contropiedi dal Napoli, i ragazzi hanno offerto una bella gara. Era una grande sfida, i ragtazzi riusciranno a scalare la classifica. Ora pensiamo alla Champions, è stata una prestazione aggressiva dei miei calciatori. Abbiamo giocato contro un bel Napoli. Stasera sono più sereno rispetto ad altre volte

Mi sento nel mirino? Faccio l’allenatore, sono sempre nel mirino. Devo lavorare per il bene della Juve, l’anno scorso abbiamo fatto bene, quest’anno c’è qualche difficoltà. Dobbiamo lavorare per superarle. Nel calcio le cose cambiano velocemente. Abbiamo 5 punti e sono pochi. La classifica non si può cambiare, adesso dobbiamo vincere e per farlo bisogna lavorare. Non era facile giocare contro questo Napoli, una squadra sempre pericolosa.”

Cosa manca la Juve in questa stagione? “Basta vedere la classifica, abbiamo cinque punti. Mancano i punti”.

Ci sono stati miglioramenti? “Ognuno vede le cose a suo modo, io valuto secondo le mie idee e fino ad ora mi è sempre andata bene così. Forse stasera non ero in panchina o non ero molto concentrato (Allegri ironizza su alcune disamine fatte nello studio, ndr)”

Cuadrado può fare il trequartista o la seconda punta nel 4-3-1-2? “Abbiamo giocato, con lui in campo, con due elementi dietro Zaza. Alla fine ha fatto anche il terzino perché c’era bisogno di spinta, attendo il recupero di altri elementi. I ragazzi stasera non hanno fatto male. Non voglio facce da funerale, nel calcio ci sono momenti di difficoltà che vanno affrontati e superati”

Luigi Fontana (@luigifontana24)