Trasferta a forte rischio per i tifosi bianconeri al San Paolo; non è garantita la sicurezza

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Rischia di saltare la trasferta del San Paolo per i tifosi bianconeri. Difatti, a causa di una serie di malfunzionamenti tecnici all’interno dell’impianto partenopeo (12 tornelli su 80 fuori uso ed una decina di telecamere di sicurezza out) che riguardano proprio il settore ospiti e che potrebbero dunque far si che lo standard massimo di sicurezza non sia garantito, potrebbero rivelarsi causa dell’assenza dei tifosi di Madama allo stadio San Paolo.

Il comitato per l’ordine pubblico ha garantito l’inizio dei lavori di riparazione per oggi, tuttavia gli stessi non potranno essere ultimati per sabato 26 settembre, giorno del big match fra Napoli e Juventus. In realtà, per quanto riguarda i tornelli si può ovviare al problema tornando al vecchio controllo manuale d’accesso, come riporta Tuttosport. Ben più serio il problema della videosorveglianza, che potrebbe essere aggirato con l’impiego in maniera massiccia degli steward; con il numero incrementato a 700 anzichè i soliti 300.

Ad ogni modo la partita verrà disputata, con la presenza di pubblico naturalmente. Il punto è che, qualora non dovessero essere adottate le misure di sicurezza “sostitutive”, a farne le spese saranno proprio i tifosi della Juventus, che non potranno essere presenti al San Paolo a sostenere la loro squadra in una partita delicata. Insomma, nel 2015, a pochi giorni da una partita di cartello come Napoli-Juventus, esiste ancora una problematica del genere.