Euro 2016, Corte d’appello Uefa conferma penalizzazione alla Croazia

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Nessuna retromarcia dell’Uefa. La penalizzazione inflitta alla Croazia, per i fatti avvenuti lo scorso 12 giugno a Spalato in occasione del match contro l’Italia (partita valida per le qualificazioni ai prossimi campionati europei), è stata confermata. La notte precedente alla partita , fu disegnata sul campo una svastica, che portò alla decisione dell’Uefa di penalizzare con un punto la Nazionale croata, due partite a porte chiuse e il divieto di utilizzare lo Stadion Polijud fino alla fine delle qualificazioni per Euro2016 e alla multa di 100mila euro.

Il ricorso presentato dalla Croazia, che aveva definito il provvedimento come “il più duro della storia” non è stato accolto dalla Corte d’appello Uefa, che ha deciso di confermare in toto le sanzioni inflitte.