Juve, oggi il cda approva il bilancio 2014-15: boom dei ricavi e utile dopo 5 anni

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

ORE 16.30, APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO – Questo il comunicato ufficiale del club bianconero: “Il Consiglio di amministrazione della Juventus, riunitosi a Torino sotto la presidenza di Andrea Agnelli, ha approvato il progetto di bilancio della stagione 2014/15. Fatturato record a 348,2 milioni; utile a 2,3 milioni. Il club torna così all’utile dopo sei anni”.

Dopo 5 esercizi consecutivi in rosso, il bilancio della Juventus tornerà a registrare un utile. Andrea Agnelli, davanti ai consiglieri di amministrazione che si riuniranno nella tarda mattinata di oggi, oltre ai tre trofei vinti nell’ultima stagione, potrà vantare numeri da record e dei ricavi che sfiorano il tetto dei 350 milioni di euro.

MIRACOLO SPORTIVO ED ECONOMICO – Un’annata storica sul campo e nei conti, cosa non sempre scontata: come si legge su Tuttosport, infatti, l’Inter 2009-2010 chiuse con un passivo di oltre 84 milioni. Risultati sportivi ed economici, questa la linea guida imposta da Agnelli e dalla Exor. Traguardi, quelli attuali, andati ben oltre le più rosee aspettative. Basti pensare che la nuova società guidata dal duo Agnelli-Marotta era partita nel 2010 da un settimo posto e da un passivo di 95 milioni.

UTILE E FATTURATO – A fine agosto scorso, nella relazione semestrale, la Exor aveva già anticipato i dati della Juventus dal 1 gennaio al 30 giugno 2015, con un risultato netto di 10.2 milioni, in miglioramento di 21.3 milioni rispetto alla perdita di 11.1 milioni fatta registrare un anno fa. Questo dato, unito a quello negativo di 6.7 milioni relativo al primo semestre, fa sì che il bilancio possa annotare un segno positivo di 3.5 milioni.

Altro dato più che positivo arriva dal fatturato: dopo aver superato i 300 milioni lo scorso anno, la Juventus si migliora e arriva alla somma record di quasi 350 milioni. Numeri destinati ad aumentare nel prossimo esercizio, dove verranno conteggiate le plusvalenze dalla Continassa (10 milioni) e da Vidal (31.5 milioni), oltre ai nuovi contratti con Jeep e Adidas.ù