Sei qui: Home » News » Tacchinardi: “L’Italia deve prendere esempio dal Belgio. Non abbiamo più i vari Del Piero, Totti, Inzaghi…”

Tacchinardi: “L’Italia deve prendere esempio dal Belgio. Non abbiamo più i vari Del Piero, Totti, Inzaghi…”

Alessio Tacchinardi, ex centrocampista bianconero, ora opinionista di spicco dei canali Mediaset, ha analizzato ai microfoni di Calciomercato.it i problemi che la Nazionale e il calcio italiano si portano addosso da tanti anni. Queste le sue parole.

USATO “SICURO” -“La nostra Nazionale sta pagando un po’ l’ondata di calciatori stranieri che sono arrivati e giocano in serie A. Nel calcio italiano ci sono grosse pressioni, gli allenatori preferiscono giocatori pronti rispetto a giovani prodotti dei nostri vivai da far crescere e maturare. Siamo schiavi di questa situazione. Non abbiamo più i vari Totti, Del Piero, Inzaghi, Vieri e tutti gli altri “.

CONTE -“Il Ct  sta lavorando bene, è un allenatore super e l’Italia è una buona squadra. Sono d’accordo anche sul fatto che non esistono più partite facili, ma dobbiamo cambiare mentalità”.

MODELLO BELGIO -“ Manca un ricambio generazionale, è un momento non buono da questo punto di vista. Dobbiamo prendere esempio dal Belgio, una nazione che ha lavorato molto sul settore giovanile e adesso si ritrova una squadra giovane e di grande qualità”.

UOMO SIMBOLO -“ Darmian sia il simbolo di questa Nazionale, giocatore di grande corsa, cuore e sacrificio. L’Italia è una squadra che gioca con grinta, esprime anche un buon gioco ma siamo carenti a livello di fantasia”. 

 

LEGGI ANCHE:  Inchiesta Juventus, parla l'avvocato Grassani: "Rischio revoca titoli è possibile"