Roma-Juve, De Rossi in festa: "Abbiamo dominato e meritato di vincere"

Roma-Juve, De Rossi in festa: “Abbiamo dominato e meritato di vincere”


Dopo il primo scontro stagionale contro i giallorossi, una brutta Juventus perde per 2 a 1 con tanto di squadra rimasta in dieci uomini. Alla fine della partita si è esposto il capitano della Roma, Daniele De Rossi, che ha analizzato la partita per i microfoni di Sky Sport.

LA COSA MIGLIORE – “Visto che ci siamo addormentati per 10 minuti e dominato per 80, credo che sia giusto vedere il bicchiere più che mezzo pieno. Una squadra grandissima che vince a fine campionato però non si addormenta nemmeno per 10-15 minuti contro una squadra in dieci ma li uccide, sportivamente parlando. Potevamo fare il 3 a 0 e invece abbiamo preso un gol un po’ da polli, ma abbiamo fatto una partita incredibile. La cosa migliore è stata lo spirito della squadra, la consapevolezza di poter giocare a testa alta contro una squadra che fino a pochi mesi fa si giocava il tetto d’Europa. Dobbiamo riuscire a mantenere questa mentalità anche con le squadre minori perché probabilmente siamo più forti di tutte le altre squadre”.

LA NUOVA JUVE – “E’ una squadra che ha fatto un ciclo e si basava molto su molti giocatori. Penso a Pirlo, puoi trovare un giocatore forte come Vidal, puoi spendere tantissimo per trovare un giocatore forte come Tevez ma non puoi trovarne uno forte come Pirlo. Puoi cercare quanto vuoi ma non ne puoi trovare uno come Pirlo. Loro sono sempre stati bravi a ricostruirsi e penso che continueranno a farlo. Mancavano inoltre molti giocatori, pensando a Marchisio ad esempio. Purtroppo penso che siano ancora troppo forti”.

LEADER DELLA DIFESA – “Mi metto a disposizione della squadra, oggi ho giocato come difensore e abbiamo vinto quindi sono contento e lo stesso sarebbe stato se avessi giocato da centrocampista. L’importante è che la Roma vinca e se possibile con me in campo”.

Mattia Riccio