ReLive Allegri: "Khedira lontano dal rientro, Coman ha voluto andar via. I nuovi arrivati sono indietro, quasi impossibile schierarli. Zaza resta"

ReLive Allegri: “Khedira lontano dal rientro, Coman ha voluto andar via. I nuovi arrivati sono indietro, quasi impossibile schierarli. Zaza resta”


Alle ore 13.15 mister Allegri incontrerà i giornalisti al Media Center di Vinovo in vista della sfida di Roma in programma domani alle ore 18. In questi minuti la Juventus sta ultimando la rifinitura e dopo la conferenza e il pranzo a Vinovo, si partirà per la capitale dove l’arrivo è previsto in serata.

Inizia la conferenza!

– Situazione infortunati, la trasferta di Roma ha insidie anche perchè la Juve ha tante assenze.
Domani ho qualche giocatore disponibile (ride, ndr). Marchisio sarà disponibile dalla prossima (dopo la sosta), Khedirà ancora lontano dal rientro così come Asamoah. Vedremo quando potremo recuperarli

Valutazione sui nuovi arrivati, come stanno Alex Sandro e Cuadrado?
Entrambi indietro perchè si sono allenati pochissimo con noi. Appena avranno allenamenti sufficienti in gruppo, li potrò schierare fidandomi di loro. Cuadrado è un elemento eccezionale nel 4-3-3 così come Alex Sandro può agire nel 3-5-2 o in una difesa a 4. Con le partite cresceranno di condizione e vedremo quale livello hanno raggiunto. Peraltro il colombiano ha giocato in Coppa America

Capitolo Zaza: resta o va via?
Simone resta, deve restare. La cessione di Llorente era programmata, numericamente e tatticamente abbiamo bisogno di lui: il lavoro porterà a dei risultati

-Le uscite: Coman, Isla e Llorente. Cosa dici a riguardo delle cessioni citate?
I 3 calciatori sono elementi validi altrimenti non li avrei in rosa. La Juve punta su tutti gli uomini disponibili ma il mercato ha delle occasioni che bisogna sfruttare: Coman è un ’96, rapido, fortissimo ma abbiamo delle esigenze in rosa: lui ha chiesto di voler andar al Bayern Monaco. Isla non è convocato domani, sta uscendo ed ha 3 soluzione valide. In queste ore saranno definite.  Llorente è stato straordinario come uomo soprattutto: sono felice di aver allenato un professionista così

eva

-Avvio non eccezionale, ora testa a Roma. Quanto è importante la sfida di domani?
Non è decisiva, è solo la seconda di campionato. Sappiamo che la Roma si è rafforzata ed è un team completo, valido ed esperto. Può lottare per il titolo, lo farà con le grandi armi che ha a disposizione. L’avvio mi è piaciuto, il  risultato conta più di tutti ma difatti abbiamo subito gol solo alla prima occasione creata dall’Udinese, peraltro arrivata nel finale quando eravamo stanchi. Lavoriamo duro, sappiamo che non è facile ripeterci ma vedrete con quale spirito sapremo riprenderci dalla sconfitta. I ragazzi non deluderanno

-Draxler e Cuadrado implicano delle soluzione tattiche chiare: come li schiererai?
Devo essere bravo a trarre il meglio dai miei uomini: parlo di tattica e tecnica. La stagione è lunghissima, verrà fuori il meglio dalle loro qualità per proseguire la nostra marcia che è nel DNA Juventus. Dobbiamo sempre giocare per vincere e le soluzione da trovare ci sono, basta lavorare perchè in fondo siamo un gruppo riformato. Serve fiducia. Buona giornata a tutti

@SpazioJ.it Simone Di Sano
Simone Di Sano

ULTIME NOTIZIE