Locatelli è una furia: “Primo tempo inaccettabile”

Il centrocampista bianconero è intervenuto ai microfoni di DAZN a fine partita: il commento sulla partita e sui giorni vissuti dopo la Coppa Italia. 

Partita pazza in quel di Bologna, dove la Juventus è riuscita ad agganciare lo svantaggio iniziale recuperando i tre gol al Bologna e terminando il match con il risultato di 3 a 3: per la Vecchia Signora, decisivi i gol di Chiesa, Milik e Yildiz nei minuti finali della gara. Un pareggio che no cambia le sorti della classifica, confermando la squadra di Thiago Motta al terzo posto e la Juventus al quarto. Durante il match, ha ritrovato minuti anche Nicolò Fagioli, rientrato dopo la squalifica di inizio stagione legata al calcio scommesse.

Bologna-Juventus, le dichiarazioni di Locatelli

Al termine del match, ai microfoni di DAZN è intervenuto il numero 5 bianconero, Manuel Locatelli. Il centrocampista è stato impiegato per tutti i novanta minuti del match. Queste le sue parole al termine della gara:

Credo sia meglio parlare della reazione, perché il primo tempo è stato inaccettabile: non possiamo giocare così. Alla fine la partita l’abbiamo pareggiata, ci abbiamo creduto. Credo che questa stagione debba finire, è stata difficile per tutti, ma abbiamo vinto anche la Coppa Italia, questa è la realtà.

Sulla vittoria della Coppa Italia e sulla scelta di esonerare Allegri:

Vincere un trofeo è stata una liberazione, è stato un passo importante da cui ripartire. La società ha fatto delle scelte, noi dobbiamo solo ringraziare l’allenatore. Dobbiamo godere anche dei momenti felici.

Locatelli: obiettivo per la prossima stagione
Locatelli LaPresse spazioj.it

Sui rumors stagionali, compresi l’addio di Allegri a fine stagione:

Le voci non possono averci condizionato, non solo quelle dell’allenatore ma anche quelle su di noi. Dobbiamo fare gruppo tra di noi, trovare un equilibrio tra di noi. La Juve o la ami o la odi, quello che conta è il gruppo. Credo che nelle partite dopo l’Inter abbiamo sbagliato tanto.

Sulle cose da migliorare nella prossima stagione:

Come in tutte le cose, bisogna essere oggettivi: credo dobbiamo giocare meglio, tenere di più il pallone. Abbiamo giocato delle partite sbagliando tanto, in questo caso il pallone non lo hai e lo devi prendere. Quando non hai il pallone ci si arrabbia tra compagni e non va bene, quindi bisogna migliorare le cose tecniche e mantenere di più il possesso.

Infine i complimenti al Bologna e a Thiago Motta:

Dobbiamo fare solo i complimenti al Bologna e al suo mister: ha costruito una realtà importante. Voglio ricordare anche Mihajilovic.

Impostazioni privacy