Coppa Italia per svoltare la stagione? Allegri risponde a Danilo: in conferenza

L’allenatore della Juventus, Allegri, presenta ai giornalisti la finale di domani contro l’Atalanta.

Giornata di vigilia in casa Juve. Domani alle ore 21:00 allo Stadio Olimpico di Roma andrà in scena la finale di Coppa Italia che vede affrontarsi Atalanta e, appunto, i bianconeri di Allegri. La Dea, in questo momento, è un avversario difficile da affrontare, visto che viene da due successi fondamentali contro Marsiglia e Roma. Il primo ha consentito di strappare il pass per la finale di Europa League, la prima storica dei bergamaschi, in programma il 22 maggio contro l’imbattuto Bayer Leverkusen. Il secondo, invece, ha di fatto ipotecato la qualificazione alla prossima Champions League. Come di consueto, il giorno prima del match ci sono le parole degli allenatori. Ecco quelle del tecnico bianconero Allegri.

Le parole di Allegri in conferenza

Alla vigilia di un match importante per la Juventus ecco Max Allegri in conferenza stampa accompagnato da Danilo. Queste le sue parole sulla partita e sull’Atalanta:

Allegri in conferenza, le sue parole
Le parole di Allegri prima della finale – Lapresse – Spazioj.it

Arriviamo bene a questa finale. Abbiamo raggiunto la Champions League e ora abbiamo questa partita contro una squadra che sta giocando bene e che è in finale di Europa League. Domani ci vorrà tanta disponibilità da parte dei giocatori in campo. Sarà difficile, l’Atalanta ha ottime qualità ma bisogna opporsi bene. Nelle finali c’è una percentuale di 50 e 50. Bisogna saper portare la partita dalla propria parte avendo la convinzione però di poter vincere. Il calcio è bello perché può andarti a favore o meno. Domani partiamo come sfavoriti, bisogna dare tutto ciò che si ha con lucidità e concretezza.

Parla poi sull’obiettivo della Juventus in questa stagione:

L’obiettivo principale è la Champions League, lo abbiamo raggiunto, anche se può sembrare piccolo come obiettivo. Bisogna sempre avere obiettivi e domani partecipiamo ad una finale che non tutti hanno la possibilità di raggiungere, l’obiettivo principale però è stato raggiunto per questa stagione. Questa finale ha un valore importante, è un trofeo. Essere qui a giocarla è un risultato, ora dobbiamo riportarla a casa. Abbiamo la possibilità di poterla vincere, questo è un altro risultato importante.

Infine afferma come affrontare la Dea e parla anche dei pericolosi giocatori dell’Atalanta, le sue parole:

Può essere come le gare di campionato, ma dipende come si evolve la partita. I dettagli fanno la differenza. Noi abbiamo una squadra forte, che se mette in campo l’attenzione giusta è difficile giocarci contro. Questo i ragazzi devono metterlo in pratica. Questo fa la differenza, sapendo le caratteristiche che ha l’Atalanta. Ho visto la gara straordinaria con la Roma, poi preso il 2-1 è cambiata. Finchè domani non si fischia la fine dobbiamo starci con grande testa e grande equilibrio. Loro hanno giocatori importanti, un reparto attaccanti buono ma noi non siamo da meno. Vivono un momento di euforia ed entusiasmo, dobbiamo fare una partita giusta, da finale, perchè quelle sono partite diverse.

 

Impostazioni privacy