ULTIM’ORA JUVENTUS – Il big si ferma di nuovo: non va in nazionale

Un big della Juve si ferma. Piove sul bagnato alla Conitinassa dopo le difficoltà delle ultimi uscite in Serie A.

La Juventus sta vivendo un momento terribile. Da un lato la fatica, a tratti incredibile, non trovare la vittoria. Dall’altro i duelli dialettici tra Allegri ed i giornalisti, con la società che fa voto di silenzio. Comportamento che negli ultimi anni è diventato abituale in casa Juve, lasciando squadra e staff tecnico soli nel mare della tempesta. Tempesta che staff e squadra si impegnano a creare, senza riuscire a trovare unità d’intenti per uscire da questo tipo di situazione. La dimostrazione è l’espulsione subita da Vlahovic, insieme alla sfuriata di Allegri nel post partita.

Tant’è che Madama dovrà fare di necessità virtù, siccome l’obiettivo Champions League non è ancora in tasca. Anzi ora c’è pure il serio rischio di ritrovarsi a correre fino alla fine del campionato per raggiungere di nuovo la maggiore competizione continentale. Per questo motivo le prossime uscite diventando importantissime, con l’obiettivo di tornare a vincere. Tuttavia non ci sono buone notizie in casa Juve: Dusan Vlahovic si è fermato di nuovo per un problema fisico, sempre nella zona della schiena. In particolare il serbo non andrà in nazionale per una dorsalgia che verrà valutata giorno per giorno alla Continassa.

Juventus, stop per Vlahovic

Sta di fatto che non ci sarebbe lo stesso, ma la situazione è comunque preoccupante. Infatti Dusan Vlahovic non andrà in nazionale per l’ennesimo problema alla schiena della sua parentesi bianconera. Il serbo è stato protagonista negativo del pareggio casalingo contro il Genoa, con il rosso finale diventato la classica ciliegina sulla torta. Proprio Vlahovic, che si era manifestato ad inizio 2024 come il migliore dei bianconeri, sta subendo il momentaccio della Vecchia Signora forse più di tutti.

Nuovo stop per Vlahovic
Juventus, si ferma Vlahovic (LaPresse) – SpazioJ

Ora dovrà pure stare a riposo a tempo indeterminato, siccome la sua dorsalgia sarà monitorata giorno per giorno. Così la Juve ha perso prima per i nervi, poi per la schiena, colui che si era manifestato come condottiero in questi primi mesi del 2024. Tra l’altro la reazione del serbo nel finale contro il Genoa rappresenta alla perfezione la schizofrenia della Juventus di questa seconda parte di stagione. Ora le prestazioni con Napoli ed Atalanta hanno portato ad un solo punto, mentre il gioco insipido di inizio anno aveva portato i bianconeri quasi in vetta. La dimostrazione che la Juventus, lato sportivo o dirigenziale che sia, non sa dove sbattere la testa. O per lo meno non lo dà a vedere.

Impostazioni privacy