“Juve ingiustamente accusata”, la rivelazione fa infuriare i tifosi!

Con l’inchiesta sul dossieraggio è tornato a galla il Caso Suarez che 4 anni fa ha visto la Juventus ingiustamente accusata su tutti i giornali: la ricostruzione.

Negli ultimi giorni quasi tutti i quotidiani si sono occupati dell’inchiesta aperta dalla procura di Perugia, la cos’ detta “inchiesta sul dossieraggio” in cui sono indagate anche altre persone, accusate di avere avuto accesso a informazioni riservate di politici e personaggi noti. I due sono un tenente della Guardia di Finanza, Pasquale Striano, e il magistrato Antonio Laudati: entrambi hanno lavorato per anni alla direzione nazionale antimafia, che controlla e coordina l’attività dei procuratori e della polizia giudiziaria che si occupano di criminalità organizzata sul territorio nazionale. L’accusa è fondata sul fatto che i due avrebbero sfruttato l’accesso alle banche dati della direzione nazionale antimafia per ottenere notizie riservate e informazioni su diverse persone perlopiù politici.

Questa però è un’inchiesta che va avanti dall’agosto del 2023, ma si sa in queste cose più si va avanti e più si scoprono cose nuove e infatti pare che oltre ai politici, Striano avrebbe avuto accesso a informazioni riservate di sportivi come per esempio lo stesso Massimiliano Allegri, Cristiano Ronaldo e l’ex presidente della Juventus Andrea Agnelli. In tutta questa vicenda ad essere indagato è anche il presidente della FIGC Gabriele Gravina per appropriazione indebita e riciclaggio.

Juve ingiustamente accusata: la rivelazione sul Caso Suarez

Tuttosport ha parlato della questione tenendo conto di quanto in Italia in passato in alcune vicende del genere alla fine non è mai venuta a galla la vera verità. Come esempio si può tranquillamente prendere a paragone la vicenda “Caso Suarez” un avvenimento che ha fatto discutere tutti. Il giocatore si conquistò le prime pagine dei giornali sportivi e non tra il 2020 e il 2021, anno in cui si parlava di un suo ipotetico arrivo alla Juventus.

Juve ingiustamente accusato 4 anni fa
La ricostruzione dell’ingiusta accusa alla Juve (lapresse) spazioj.it

L’uruguaiano è stato messo al centro di un’inchiesta che si è occupato del noto esame farsa all’Università per stranieri di Perugia. La società bianconera in vista del suo arrivo a Torino gli aveva prenotato l’esame d’italiano, ma nel frattempo poi il club aveva perso l’intenzionato di ingaggiarlo. Nonostante ciò l’attaccante si presentò comunque in aula per ottenere la cittadinanza italiana per scopi personali.

Quando poi si dice che l’esame sembra essere una mezza farsa allora iniziano le prime intercettazioni e accuse contro i dirigenti bianconeri, screditati su tutti i giornali e non solo. Fondamentalmente però dall’inizio di tutta questa vicenda nessuno è stato in grado di muovere nessuna accusa concreta verso di loro. Ad oggi il nome di chi ha scaricato illegalmente quei documenti è venuto fuori e si tratta di: Raffaele Guadagno, cancelliere della Procura di Perugia. Guadagno attraverso svariati accessi non autorizzati si è impossessato di 264 file provenienti da due diversi fascicoli. Insomma per sei mesi la Juventus è stata al centro di un’accusa infondata e di notizie scritte in prima pagina che alla fine nessuno potrà più cancellare. Insomma adesso per la questione dossieraggio, visti i personaggi importanti che sono coinvolti è quasi impossibile pensare che venga realmente a galla tutta la verità.

Impostazioni privacy