Juve-Frosinone, Locatelli in calo? Allegri sorprende in conferenza

Le parole di Massimiliano Allegri in conferenza stampa dopo il pesantissimo successo contro il Frosinone.

La Juventus è tornata a vincere. Nonostante le grandi difficoltà palesate in campo, i bianconeri sono riusciti a battere Frosinone per 3-2. A decidere l’incontro ci ha pensato Rugani che, nei minuti di recupero, ha trafitto Turati con una conclusione diagonale.

Una grande nota di merito va data a Vlahovic che, anche oggi, ha realizzato una doppietta. L’attaccante serbo in quest’inizio d’anno è letteralmente scatenato: infatti, nel 2024 ha totalizzato già nove gol. Massimiliano Allegri, dunque, può tornare a sorridere. La Juventus non vinceva in campionato da un mese: oggi era troppo importante tornare al successo. Pochi minuti fa il tecnico bianconero ha concluso la conferenza stampa post partita.

La conferenza live di Max Allegri

Max Allegri ha iniziato la sua conferenza stampa con il commento alla partita e sul match-winner Rugani:

LA PARTITA –Il Frosinone ha giocato molto bene a calcio. A livello di pressione questa gara era più difficile di quella di Milano. Il primo gol, comunque, l’abbiamo preso a difesa schierata.”

RUGANI –Rugani è un giocatore molto bravo con 8 anni alla Juventus

LA VITTORIA –Vincere non è mai facile. Abbiamo vissuto un momento molto complicato: oggi non era facile. La mancata vittoria ci avrebbe dato grande preoccupazione: grazie a questo successo teniamo il Bologna a 9 punti e l’Atalanta a 12

Poi il mister si è soffermato su alcune prestazioni dei singoli, in particolare su Chiesa, Alcaraz e Locatelli. In particolare ai due italiani ha voluto fare da schermo alle critiche:

CHIESA –Chiesa deve crescere di condizione ma, oggi, si è messo a disposizione della squadra. Lui deve solo rimanere sereno. La sua posizione in campo non è assolutamente un problema: nel calcio ci si muove, non è come a Subbuteo”.

ALCARAZ –Per essere un titolare di questa squadra deve solo inserirsi di più. Lui è con noi da solo 20 giorni, oggi è stata la sua prima vera partita“.

LOCATELLI –Locatelli oggi non ha fatto male: è un giocatore sempre presente“.

Infine ha concluso la sua conferenza rispondendo a una provocazione: la “Dusan Vlahovic dipendenza“:

VLAHOVIC DIPENDENZA –Non credo che sia così. Abbiamo ottenuto punti importanti anche senza i suoi gol ma, se segna, siamo tutti più contenti

Queste sono state le parole di Massimiliano Allegri in conferenza. Ora la Juventus è in attesa degli esami strumentali di McKennie e Rabiot, entrambi usciti infortunati. Il primo ha rimediato una lussazione alla spalla, il secondo una lussazione al dito del piede sinistro.

Impostazioni privacy