Alcaraz, il giocatore non ha dubbi sul futuro: l’ha detto sul riscatto

Alcaraz, il nuovo acquisto della Juventus si è lasciato andare ad un’intervista esclusiva per DAZN. Tra le dichiarazioni anche la rivelazione sul suo futuro.

Durante questa sessione invernale di calciomercato la Juventus non è stata a guardare e a Torino sono arrivati due nuovi acquisti: il difensore Tiago Djalò e il centrocampista Carlos Alcaraz. Alcaraz è arrivato durante gli ultimi giorni di mercato e Allegri potrebbe pensare di schierarlo titolare già lunedì sera nella sfida contro l’Udinese. Il giocatore dopo aver tenuto la sua prima conferenza stampa ufficiale come giocatore della Juventus ha rilasciato un’intervista anche ai microfoni di DAZN.

Il nuovo centrocampista bianconero ha parlato delle sue sensazioni dopo i primi giorni dal suo arrivo a Torino e ha svelato anche qualche curiosità e ha parlato del suo primo dialogo con Allegri. L’argentino, è riuscito a trovare qualche minuto durante la finale della sfida contro l’Inter e magari potrebbe avere più spazio proprio con l’Udinese.

Le parole di Alcaraz per Dazn: l’intervista

Di seguito le dichiarazioni di Alcaraz, sulla prima chiamata della Juve:

“Il mio agente Sebastian era a Southampton con me, stavamo per mangiare e l’hanno chiamato per dirgli l’interesse della Juve. Io non ci credevo, ma neanche lui che stava trattando con altri club inglesi. Il giorno dopo hanno fatto un’offerta e allora é diventato realtà e in due giorni eccoci qua. Due ore dopo ho chiamato mia madre, tutta la famiglia era contenta”.

L'intervista di Alcaraz
Alcaraz sul suo futuro: le parole (ansa) spazioj.it

Sul primo incontro con Allegri:

“Allegri? Ci ho parlato quando sono arrivato. Mi ha detto di non perdere l’umiltà, il fuoco e tutto quello che mi ha portato qui. Mi ha detto di stare calmo. Lui che mi parla é un sollievo”.

Sul suo ruolo all’interno della rosa bianconera:

“Il mio ruolo? Dov’è la palla! Sono un giocatore, non so se disordinato, ma mi piace correre. Di solito gioco a centrocampo, mezzala destra o sinistra. Al Racing più a sinistra. Attaccante? Non ho il fisico di Dusan ma lo posso fare”.

Sul riscatto del cartellino:

“Il riscatto del cartellino alto mi fa paura? No, non mi impressiona. È difficile ma non impossibile riuscire a convincere la Juventus”.

Sulla scelta della Juve alla Playstation:

“Sceglievo sempre la Juve. È la verità, poi giocavo con atri top club come Real Madrid o PSG. La Juve di Cristiano Ronaldo, Douglas Costa”. 

Su Lautaro Martinez:

“Ho avuto la fortuna, non di averlo come compagno, ma di vederlo allenarsi e giocare. La verità è che sta facendo cose super nel suo club. Anche in Nazionale sta facendo bene. Nelle giovanili del Racing é l’idolo di molti. Adesso quando abbiamo giocato contro mi ha detto delle cose che mi hanno fatto piacere. Mi ha detto che se avessi bisogno di qualcosa in Italia potrei contare su di lui e detto da una figura così è molto bello”.

Impostazioni privacy