Juventus beffata: riparte dalla Bundesliga

I Red Devils lavorano per uno scambio: l’obiettivo è dare un maggiore minutaggio al classe 2000.

Tornare indietro per spiccare il volo. Cercare nelle radici un’opportunità di rinascita. Saranno le prossime settimane di calciomercato a svelarci se questo destino toccherà anche a Jadon Sancho.

L’ipotesi di uno scambio tra il Manchester United e il Borussia Dortmund è, infatti, al centro delle trattative in corso. Secondo quanto riportato da SportBild, i club starebbero valutando la possibilità di un affare che vedrebbe Sancho fare ritorno in Germania. In cambio, in Premier League arriverebbe l’attaccante olandese Donyell Malen.

Tuttavia, ad ostacolare il reciproco interesse tra i club, potrebbe esserci la questione economica: entrambe le squadre dovranno valutare attentamente le possibilità finanziarie per concludere uno scambio di questa portata.

Il ritorno di Sancho al Borussia Dortmund sarebbe particolarmente intrigante, considerando il suo passato positivo con la squadra tedesca. Le sue stagioni con i BvB sono state così così prolifiche da far coniare il termine “effetto – Sancho“: in tanti videro in lui un pioniere che avrebbe potuto spingere tanti giovani calciatori inglesi lontano dalla pressione della stampa inglese e dalla competitività, sia quantitativa che qualitativa, alla ricerca di nuove opportunità all’estero, dove poter crescere e sfruttare al massimo il proprio potenziale.

Un rendimento costantemente alto è ciò che ha permesso all’esterno inglese di distinguersi durante la sua prima esperienza al Signal Iduna Park: un numero elevato di passaggi chiave, dribbling riusciti e trick irresistibili accompagnati da un controllo impeccabile del corpo, pazienza nell’ attendere le giuste soluzioni di gioco, una buona dose di altruismo verso gli inserimenti dei compagni e meccanismi offensivi semplici ed efficaci, lo hanno reso il numero 9 che ogni allenatore vorrebbe avere nella propria rosa.

Sfuma l'obiettivo Sancho
Jadon Sancho, uno dei principali artefici della vittoria della Coppa di Germania nel 2021 (ANSA) – SpazioJ.it

Sono stati proprio la sua visione di campo e l’estro dimostrati in giallonero che, nel 2021, hanno convinto il Manchester United ad investire 85 milioni di euro per accaparrarsi l’ astro nascente del campionato tedesco. Una somma considerevole, date le sue prestazioni in Premier, che di certo, complice anche il rapporto non ottimale con Erik ten Hag, non ne ha rispecchiato il valore atteso: si contano solo tre gettoni per un totale di 76 minuti in campo.

Sfuma il fuoriclasse inglese, ma i bianconeri non mollano la presa. Parola d’ordine: rafforzare.

Quest’ ultima potrebbe essere una delle ragioni per cui la Juventus sta cercando di capitalizzare su questa situazione ed ottenere un accordo più vantaggioso. In particolare, i bianconeri sarebbero interessati ad un trasferimento in prestito, con parte dello stipendio che continuerebbe ad essere pagato dal Manchester United (è da capogiro l’ attuale ingaggio stagionale di Sancho, che ammonterebbe a circa 20 milioni di euro).

Portare alla Continassa colui che più volte è stato paragonato a Mbappé per potenziale, precocità e prospettive di crescita, sarebbe un segnale fortissimo per una competizione diretta e serrata con l’ Inter.

A prescindere dall’esito della trattativa per “The Rocket”, Giuntoli ed i suoi collaboratori hanno intenzione di rinvigorire più reparti della rosa, sfruttando già la finestra di gennaio. Le operazioni estive che hanno puntato al ringiovanimento della rosa stanno premiando i bianconeri, non solo con la posizione in classifica, ma anche con un gioco più efficace in varie fasce del campo.

Tuttavia, bisogna alzare l’ asticella. Sfruttare al massimo l’ assetto offensivo, rinvigorendolo ulteriormente con un giocatore dal calibro di Sancho, renderebbe i ragazzi di Allegri più avversi al rischio , di conseguenza,  più incisivi sottoporta: condizione non sufficiente, ma necessaria per tornare a riconquistare trofei, senza limitarsi al solo ingresso in zona Champions.

Impostazioni privacy