“Firma per Allegri”: svolta improvvisa per la Juve

L’inizio top di stagione dei bianconeri potrebbe aver ufficialmente convinto la società a continuare assieme al tecnico livornese anche nelle seguenti stagioni.

La Juventus è fortemente candidata alla vittoria dello Scudetto della Serie A 2023/2024, anche se la Vecchia Signora tende a non uscire fin troppo allo scoperto circa tale ambizione. Ma è chiaro che, in questo contesto, assume un’importanza rilevante il futuro di Massimiliano Allegri.

Quest’estate il futuro del tecnico toscano sembrava come appeso ad un filo ma si è guadagnato la fiducia della società e con essa anche questo brillante inizio di stagione. È chiaro che per continuare, qualora la dirigenza lo ritenesse opportuno, Allegri ha sicuramente delle richieste da avanzare per garantire una certa longevità al progetto. Tra le medesime intenzioni, ovviamente, c’è anche il rinnovo di Adrien Rabiot, vero punto fermo della compagine bianconera.

Secondo calciomercato.it il possibile nuovo rinnovo da parte del centrocampista francese potrebbe spianare la strada anche alla conferma del tecnico livornese. “La Juventus è disposta ad offrire al giocatore lo stesso ingaggio attuale, ovvero 8 milioni di euro netti all’anno”, scrive il portale. Che sia questo un indizio cruciale per capire quali saranno le sorti di Allegri? Non è affatto un mistero che il francese sia uno dei calciatori più apprezzati dal tecnico bianconero, motivo per cui le due situazioni potrebbe essere anche in qualche modo collegare.

Allegri-Juve e quello storico record da agguantare

Il tecnico Massimiliano Allegri è senza dubbio simbolo incontrastato della storia recente della Juventus, stracciando qualunque record e andando a arricchire un palmares già pieno di trofei.

"Firma per Allegri": rivelazione a sorpresa
Rabiot: indizio pro-Allegri? – LaPresse – spazioj.it

Il rinnovo sancirebbe l’ennesimo gesto d’amore tra Allegri e la Juventus ma anche la possibilità di raggiungere e poi superare Marcello Lippi in quanto a longevità sulla panchina bianconera, mettendo un occhio su Trapattoni che, almeno fino a oggi, sembra inarrivabile. Lippi si trova in seconda posizione in termini di longevità da allenatore alla Juventus viste le otto stagioni trascorse in bianconero, il primato assoluto resta a Giovanni Trapattoni dall’alto delle sue tredici stagioni con la Vecchia Signora.

Insomma, soltanto nei prossimi mesi si capirà se le parti decideranno di continuare insieme – a caccia, magari, anche di record individuali importanti -, anche se al momento le parti in causa sembrano dribblare ogni possibile vento di addio. Ma già l’eventuale conferma di Adrien Rabiot potrebbe segnare una base solida su cui poter poggiare le basi di un prolungamento che, per certi tratti, sembrava anche lontano da poter raggiungere o, addirittura, immaginare.

Impostazioni privacy