Di Francesco striglia Soulé: “Lo devo cacciare dal campo”, poi sulla Juventus

Eusebio Di Francesco ha criticato Matias Soulé in un aspetto del suo gioco, spiegando perché deve ancora crescere molto.

Matias Soulé si sta dimostrando uno dei talenti più brillanti del panorama della Serie A. Infatti l’esterno argentino sta centrando una stagione fantastica al Frosinone, dove sta crescendo con il lavoro di Di Francesco. Tuttavia l’allenatore del Frosinone ha trovato un difetto importante in Soulé.

Soulé, parla Di Francesco

Matias Soulé è uno dei gioielli della Juventus e l’attaccante argentino lo sta dimostrando in questa stagione al Frosinone. Infatti fin qui Soulé ha raccolto 6 gol ed un assist, oltre alle grandissime giocate si cui il Frosinone è dipendente. Tuttavia il suo attuale allenatore, Eusebio Di Francesco, gli ha trovato un difetto, del quale ha parlato a Radio Serie A.

Soulé
Di Francesco, strigliata a Soulé (ANSA) – SpazioJ

Di Francesco ha detto:

“È un ragazzo con una dedizione al lavoro incredibile. Però a volte devo cacciarlo dal campo perché esagera, come nei dribbling. Non sa gestire le energie e spreca troppo, anche in allenamento. Quando imparerà a gestire gli attimi diventerà un giocatore importante”.

Così Di Francesco su Soulé. Strigliata amichevole, se così possiamo dire, per il talento della Juventus che deve migliorare sotto l’aspetto della gestione. Dopodiché Di Francesco ha parlato anche del legame tra l’argentino e la Vecchia Signora.

L’allenatore ha detto:

“Sta facendo un percorso che magari avrebbe potuto fare un anno prima. Ha qualità psicologiche ed umane importanti, oltre a quelle tecniche. La strada ideale è quella che sta percorrendo ora, anche perché la Juve gioca con un modulo che non evidenzierebbe le sue potenzialità. Paradossalmente potrebbe giocare mezz’ala, ma starebbe troppo lontano dalla porta”.

Queste le parole di Di Francesco su Soulé. Chissà che il prossimo anno non possa splendere anche con la maglia della Juventus.

Impostazioni privacy