Il nuovo piano di Giuntoli non piace ad Allegri: tecnico gelato

Giuntoli è alla ricerca dei giusto rinforzo per la Juventus, il suo piano però non piace ad Allegri che sembra gelato.

La Juventus si gode la pausa per la nazionale da seconda in classifica e con uno sguardo sul possibile sorpasso all’Inter che dovrà affrontare proprio al rientro in campionato all’Allianz Stadium. A due sole lunghezze di distanza, i bianconeri vincendo potrebbero conquistare il primato e lanciare un messaggio a tutta la Serie A per la lotta scudetto.

Intanto la dirigenza, però, ha approfittato della sosta per programmare i prossimi passi. Con Fagioli e Pogba squalificati i bianconeri devono riparare soprattutto il buco a centrocampo. Il rientro del primo è ormai assodato e avverrà per l’ultima giornata di questo campionato, con la necessità però di farlo ritornare in forma e quindi un rientro più in prospettiva per la prossima.

Il caso di Pogba è complesso, il francese è attualmente sospeso e la sua squalifica non è stata ancora decisa. Resta, dunque, un’incognita il suo ritorno. Allegri ha gli uomini contati e continuare con gli stessi giocatori da qui a fine campionato sarebbe rischioso.

Il nuovo piano non piace ad Allegri

Occorrerà che Giuntoli e Manna intervengano in primis nel mercato di gennaio per portare subito un centrocampista a Torino. I nomi sul taccuino sono diversi: da Rodrigo De Paul a Fabian Ruiz. Quello dell’argentino potrebbe essere un clamoroso ritorno in Serie A, ma le sue intenzioni non sono ancora chiare.

La società bianconera ha un incontro programmato tra un paio di settimane con l’entourage del giocatore per sondare il terreno e comprendere le sue volontà. Contatto che con gli agenti di Fabian Ruiz è già avvenuto, ma l’ingaggio alto potrebbe essere un problema: lo spagnolo a Parigi percepisce uno stipendio di 6 milioni di euro e per convincerlo non basterebbe pareggiare i conti.

Il nuovo piano di Giuntoli non piace ad Allegri: tecnico gelato
Il nuovo piano non piace ad Allegri (LaPresse) – spazioj.it

Per questo Manna e Giuntoli hanno da tempo in lista altri due nomi: Pierre-Emile Hojbjerg e Thomas Partey. Il primo, nonostante non abbia un contratto lungo, è un vero e proprio play e attualmente alla Juve non troverebbe grande spazio visto il fresco rinnovo di Locatelli.

Il ghanese, anche lui con un contratto fino al 2025, preoccupa per i tanti infortuni alle spalle e una condizione fragile da monitorare. Per questo non sembrerebbe essere la priorità nella lista stilata dalla dirigenza.

L’identikit del centrocampista, dunque, sembra ancora non pienamente delineato con Allegri che potrebbe dover aspettare ancora per avere i rinforzi chiesti o non averli proprio. La società, infatti, non vuole rovinare l’equilibrio dentro lo spogliatoio ed è per questo che sta riflettendo attentamente, come riporta ‘Tuttosport’. Una situazione non facile da gestire per il tecnico bianconero che, qualora non arrivasse nessun centrocampista per gennaio, dovrebbe restare in emergenza fino al termine della stagione.

Impostazioni privacy