“Il migliore di tutti”: elogio incredibile per il bianconero

L’ex presidente del Carpi Stefano Bonacini tesse le lodi del direttore tecnico della Juventus Cristiano Giuntoli.

Stefano Bonacini, ex presidente del Carpi, ha incensato Cristiano Giuntoli, direttore tecnico della Juventus che proprio a Carpi ha visto sbocciare la propria carriera. Dal 2009 al 2015, infatti, Giuntoli ha ricoperto il ruolo di ds del Carpi, per poi passare al Napoli dal 2015 al 2023. Dal 7 luglio 2023 Cristiano Giuntoli è diventato direttore tecnico dei bianconeri.

Stefano Bonacini ha così commentato il modus operandi di Giuntoli:

“Non so dire francamente se già si vede la sua impronta, ma penso che Cristiano debba essere valutato nel corso dei cinque anni che ha di contratto. Dal prossimo mercato o quello successivo, inizierà a vedersi il suo lavoro. La squadra, pienamente a conoscenza dei propri limiti, sta cercando di non fare le cose più difficili e cerca di sfruttare al meglio le caratteristiche dei giocatori in rosa. Rispetto al recente passato, è un po’ più operaia”.

Secondo Bonacini è quindi ancora presto per ammirare i risultati di Giuntoli in azione: bisognerà aspettare almeno il prossimo mercato. Certo è che la Juventus gira eccome: i bianconeri sono ad oggi secondi in classifica in campionato, a -2 dall’Inter di Simone Inzaghi. La squadra colleziona continue vittorie: cinque vittorie consecutive nelle ultime cinque gare. Merito di un impegno corale: dal ds, all’allenatore, ai calciatori, tutti impegnano le proprie forze per sfruttare al meglio le caratteristiche della rosa.

"Il migliore di tutti": elogio incredibile per il bianconero (Ansa) spazioj.it
“Il migliore di tutti”: elogio incredibile per il bianconero (Ansa) spazioj.it

Cristiano Giuntoli: il top player dei bianconeri

Bonacini, commentando le doti di Giuntoli nelle operazioni di mercato, ha aggiunto che la vera arguzia del direttore tecnico dei bianconeri è ravvisabile non quando gli viene dato molto denaro a disposizione ma, al contrario, quando è in possesso di poche finanze:

“Quando Cristiano è in possesso di poco denaro, è il migliore di tutti. Non perché non lo sia coi soldi in mano, ma è un fuoriclasse nel momento in cui si trova a gestire poche risorse. E’ in grado di inventare delle giocate che non tutti sono in grado di vedere e concepire. Se l’idea del club è di continuare con la gestione del bilancio e delle proprie finanze, sicuramente Cristiano è il migliore che si potesse trovare in giro”.

Alla domanda su un calciatore da prendere che consiglierebbe a Giuntoli, l’ex presidente risponde così:

“Non ho la sua conoscenza, lui è in grado di scovare giocatori che giocano in Georgia o in Nigeria. L’unico giocatore che prenderei, che ho visto un paio di volte, è il terzino sinistro Liberato Cacace dell’Empoli. A me piace davvero tanto. Cristiano ama scovare i talenti, lui non è uno che va a prendere i campioni fatti e finiti”.

Impostazioni privacy