Allegri: “Contro la Fiorentina partita tosta”, poi la risposta su Kean

È tempo di vigilia in casa Juventus. I bianconeri si preparano a mettere piede allo stadio Artemio Franchi per l’insidio match contro la Fiorentina.

Dopo le tre vittorie consecutive contro Torino, Milan e Hellas Verona, la Juventus di mister Massimiliano Allegri domani sera sarà di scena sul manto erboso dello stadio Artemio Franchi per affrontare la Fiorentina di Vincenzo Italiano per l’undicesima giornata di Serie A.

Allegri alla vigilia di Fiorentina-Juventus

I bianconeri, secondi in classifica e a -2 dalla capolista Inter, andranno alla ricerca del quarto successo di fila per mettere ulteriore pressione ai nerazzurri di Simone Inzaghi, che questa sera saranno impegnati a Bergamo contro l’Atalanta. D’altro canto, la Fiorentina di Vincenzo Italiano vuole scrollarsi di dosso un momento tutt’altro che felice. I viola, settimi in classifica, arrivano alla sfida di domani dopo aver incassato due ko di fila contro Empoli e Lazio. Trend negativo che la Fiorentina proverà ad invertire tentando di fare risultato contro i rivali storici della Juventus.

Allegri in vista della Fiorentina
Allegri alla vigilia di Juventus-Fiorentina – (LaPresse) SpazioJ.it

Alla vigilia della sfida, ha parlato il tecnico bianconero, Massimiliano Allegri. Il mister, prima di entrare nel dettaglio della conferenza, ha tenuto ad esprimere la sua vicinanza alle persone coinvolte nell’alluvione in Toscana: “Volevo esprimere la mia vicinanza ai familiari delle vittime. Tutto questo è molto più importante della partita”. 

Dopo il messaggio di vicinanza, Allegri si è dedicato alla gara di domani: “È una gara importante perché è sempre un Fiorentina-Juventus. Dovremo fare i conti con una squadra tosta, anche se viene da due sconfitte. Per ottenere un risultato positivo a Firenze, dovremo fare una partita importante sotto tutti i punti di vista”.  In seguito, il tecnico si è soffermato su McKennnie: “Molto probabilmente lo sposterò sulla destra, la squadra ha delle certezze e bisogna andare avanti in questo senso”.

Il tencico bianconero ha sciolto i dubbi su Kean: “È in un buon momento, è cresciuto tecnicamente, fisicamente e a livello mentale. I giocatori che ho davanti stanno tutti bene, sanno che sono tutti impegnati. Deciderò dopo l’allenamento”.

Allegri ha toccato anche il tema Cambiaso: “Manca Weah, Cambiaso potrebbe giocare anche a destra. Magari ci sarà bisogno che uno fra Cambiaso e lling possa fare addirittura il centrocampista”.

Non è mancato il giudizio di Allegri sull’avvio di stagione di Soulè: “Non avevo nessun dubbio che avrebbe fatto bene a Frosinone. Aveva già fatto molto bene qui. Aveva bisogno di giocare, l’anno prossimo vedremo”.

Il focus poi si è rivolto alla lista degli infortunati: “De Sciglio credo tra un mesetto potrà allenarsi con la squadra. È più probabile che rientri prima Alex Sandro che Danilo. Perchè abbiamo fatto un controllo è ha una lesione molto profonda. Credo possa rientrare dopo la sosta”.

Infine, mister Allegri si è soffermato su Miretti: “Fabio deve migliorare in zona gol. È un giocatore di futuro e grande affidabilità”.

Impostazioni privacy