Juve, arriva finalmente la decisione del giocatore: Giuntoli l’ha convinto, ora la firma

Finalmente Giuntoli è riuscito a convincere il giocatore, adesso manca solo la firma per rinnovare il suo contratto in bianconero.

La Juventus si prepara ad affrontare la Fiorentina domenica 5 novembre alle 20:45, una trasferta che se portata a casa potrebbe essere molto importante in chiave classifica. Se Allegri è concentratissimo tra allenamenti e moduli da studiare, Cristiano Giuntoli come aveva ribadito più volte nei mesi scorsi, in queste settimane si sta dedicando ai rinnovi, prima di concentrarsi a pieno sulla prossima sessione di mercato invernale, che non potrà essere di certo come quella estiva.

Al momento le trattive chiuse per un prolungamento sembrano essere quelle di Fagioli, nonostante quanto successo con la vicenda scommesse, quello di Gatti che si è dimostrato più volte importantissimo per questa Juve e poi quello di Locatelli che sta diventando sempre più leader della squadra, sia dentro che fuori dal campo. I ragazzi avrebbero raggiunto un accordo con la dirigenza con scadenza di contratto nel 2028, adesso manca solo l’ufficialità. Ovviamente questi non sono gli unici nomi con cui la Juve sta trattando, il lista ci sono anche i nomi di Rabiot, Rugani, Chiesa, Vlahovic e Bremer.

Bremer ad un passo dal prolungamento in bianconero

Tra tutti i giocatori, chi ha i tempi di scadenza più lunghi è Bremer, con data fissata il 30 giugno 2027, mentre gli altri giocatori sono più imminenti.

Il bianconero ad un passo dalla firma
Giuntoli ha convinto il giocatore a prolungare (lapresse) spazioj.it

Nonostante ciò, la Juventus vorrebbe allungare la sua scadenza di un anno, quindi fino al 2028, soprattutto per abbassare il costo di ammortamento annuale, visto considerato che il brasiliano è stato acquistato nell’estate 2022 dal Torino per una cifra complessiva di 50 milioni compresi i bonus. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, la volontà del giocatore di continuare in bianconero sembra esserci tutta, a dimostrarlo anche il fatto che quest’estate il difensore non ha voluto ascoltare nessuna richiesta proveniente da altri club, nemmeno dalla Premier, dove c’era il Tottenham molto interessato.

Rispetto allo scorso anno, Bremer sembra molto più a suo agio e da l’impressione di aver imparato a reggere le pressioni, questo grazie anche ad  Allegri che lo ha messo nelle migliori condizioni studiando una difesa a tre, con i connazionali Alex Sandro e Danilo, al momento fuori per infortunio e sostituiti da Gatti e Rugani. La difesa bianconera sembra funzionare bene a dimostrarlo le ultime cinque gare in cui la Juventus non ha subito gol, questo risultato viene sicuramente da un lavoro di costanza e continuità.

Impostazioni privacy