Zidane torna ad allenare: niente Juve, accordo ad un passo

Zidane torna ad allenare, ma non alla Juve: l’accordo con il nuovo club è ad un passo.

Dopo quanto successo nell’ultima stagione la permanenza di Max Allegri sulla panchina della Juventus non era affatto scontata. Varie sono state le voci circolate intorno alla permanenza del tecnico toscano sulla panchina bianconera. Anche vari club dell’Arabia Saudita si erano interessati all’allenatore della formazione bianconera offrendo anche ricchi contratti. Allegri, però, non ne ha voluto sapere ed è rimasto a Torino.

Tra i nomi dei possibili sostituti circolati c’è quello di Zinedine Zidane. Il tecnico francese, dopo l’ultima esperienza al Real Madrid nel 2021 non è ancora tornato ad allenare. Il suo periodo di pausa, molto probabilmente, è legato al fatto che sarebbe voluto diventare il CT della Nazionale francese. Alla fine, però, Deschamps è rimasto alla guida della nazionale transalpina e Zizou è ancora senza panchina. Presto la situazione potrebbe cambiare. Un club sta pensando seriamente a ingaggiare l’ex tecnico dei Blancos e Zidane potrebbe quindi accettare l’incarico nonostante le voci circolate negli ultimi mesi di un probabile ritorno del francese a Torino ma in panchina.

Zidane, niente ritorno alla Juve: il prossimo club

Il club che nelle ultime ore sta facendo sul serio per ingaggiare Zinedine Zidane è il Manchester United. Secondo quanto riportato dal Times, i Red Devils starebbero pensando di ingaggiare il tecnico francese o Ruben Amorim qualora dovesse essere esonerato Erik ten Hag. La panchina dell’olandese, infatti, al momento è a serio rischio.

La stagione del club inglese non è iniziata bene. In campionato, il Manchester è all’ottavo posto in classifica con 15 punti totalizzati in 10 giornate e la vetta – occupata dal Tottenham – dista già 26 punti. Anche in Champions League, al momento, lo United non ha avuto ottime prestazioni. Gli uomini di ten Hag occupano il terzo posto in classifica con altrettanti punti totalizzati e molto probabilmente si giocheranno le proprie chance di qualificazione nel match di Istanbul contro il Galatasaray del 29 novembre.

Manchester United, ten Hag a rischio esonero: Zidane probabile sostituto
Ten Hag rischio esonero – LaPresse – spazioj.it

Ieri sera, inoltre, i Red Devils hanno anche subito una sonora sconfitta per 0-3 nel match interno di Carabao Cup contro il Newcastle. Le prossime partite potrebbero dunque già essere decisive per l’allenatore olandese che ora rischia seriamente la panchina. I prossimi tre match prima della sosta per le nazionali di novembre saranno molto indicativi. Il primo impegno dei Red Devils sarà quello di sabato pomeriggio contro il Fulham in trasferta, poi mercoledì prossimo ci sarà il match di Champions League contro il Copenhagen in Danimarca e infine la sfida interna di sabato 11 contro il Luton Town.

Impostazioni privacy