Ritorno alla Juventus, il presidente apre a questa ipotesi: “Può succedere a gennaio”

La rivelazione del presidente lascia aperta una porta: a gennaio potrebbe succedere di tutto, i tifosi sono avvisati.

La sosta per le Nazionali sta per terminare: questa sera andranno in scena gli ultimi match per quanto riguarda le qualificazioni a Euro 2024. L’Italia è chiamata alla delicata sfida di Wembley contro l’Inghilterra, in un vero e proprio revival della finale dell’ultimo Europeo. I bianconeri impegnati in questo match saranno Federico Gatti, Manuel Locatelli e Moise Kean, mentre Federico Chiesa la guarderà da casa per colpa dell’infortunio che lo ha costretto a dare forfait per il doppio impegno con Malta e Inghilterra.

La sosta ha anche dato brutte notizie a Max Allegri: il capitano bianconero Danilo si è infortunato con il suo Brasile, nel match contro il Venezuela, e sarà out per circa venti giorni, saltando il big match contro il Milan in programma alla ripresa del campionato. Ma la sosta, si sa, è anche quel momento in cui si torna a parlare del calciomercato. E non si è fatta eccezione nemmeno questa volta.

Mercato Juventus, possibile ritorno a gennaio?

Quale momento migliore se non quello dello stop della Serie A per tornare a parlare di calciomercato? Gennaio si avvicina e con esso anche la sessione di mercato invernale, utile alle squadre per adottare delle modifiche in corso d’opera e per agire in quei ruoli dove mancano giocatori. Nel caso della Juventus, Cristiano Giuntoli è alla ricerca di un centrocampista, viste le possibili squalifiche di Paul Pogba e Nicolò Fagioli. Un’idea potrebbe essere quella di richiamare Matias Soulé dal prestito al Frosinone per riportarlo alla base.

Ipotesi rientro dal prestito per Soulé
La Juve pensa al ritorno di Soulé (LaPresse) – spazioj.it

Il giocatore italo-argentino sta facendo molto bene in questo inizio di stagione a Frosinone: già 2 gol per lui, ma ben cinque pali presi. Il suo ruolo nel 4-3-3 di Di Francesco è l’ala destra e forse sembra essere proprio quello più adatto per lui. Ma in caso di emergenza, la sua qualità gli permette di giocare anche da mezzala. E da qui nasce l’idea della Juve di riportarlo a casa dal prestito per avere un uomo in più nelle rotazioni di Allegri.

A proposito di ciò, ieri ne hanno parlato sia Maurizio Stirpe, presidente del Frosinone, e Guido Angelozzi, direttore sportivo dei ciociari. Entrambi hanno rivelato che la Juventus non si è fatta ancora avanti con nessuna richiesta, ma che a gennaio le cose potrebbero cambiare. Queste le dichiarazioni di Stirpe rilasciate prima di entrare in Lega Calcio per l’assemblea: “Il giocatore è di proprietà della Juventus e conterà quello che pensano i bianconeri e quello che pensa il calciatore”.

Impostazioni privacy