“Meglio Fagioli con la ludopatia”: Juventus, gli ultras contro Fabrizio Corona

Negli ultimi giorni il caso scommesse sta tenendo in scacco il calcio italiano con ancora poche luci e moltissime ombre su questa vicenda.

Lo scandalo relativo alle scommesse illecite che si è aperto negli ultimi giorni sta creando un sacco di problemi al calcio italiano. A rilanciare questo caso è stato lo showman e agente fotografico, Fabrizio Corona.

Grazie a delle informazioni che è riuscito ad intercettare Corona nei giorni scorsi ha fatto i nomi di alcuni calciatori di Serie A e Premier League che sono al centro di questo scandalo scommesse. La Juventus è interessata in virtù del fatto che tra i giocatori coinvolti c’è anche Nicolò Fagioli.

Il centrocampista classe 2001 è uno dei migliori prodotti del vivaio bianconero e le sue prestazioni stavano migliorando sempre di più nel corso degli ultimi mesi. Per il tecnico della Vecchia Signora, Massimiliano Allegri, l’ex Cremonese stava diventando una risorsa sempre più preziosa. Ora però questa vicenda esplosa nel corso di questa sosta per le Nazionali rischia di rovinargli la carriera, o parte di essa.

La Curva Sud si scaglia contro Corona: “Un infame che fa la spia”

Negli ultimi minuti la “Curva Sud Juventus 1897” ha pubblicato una foto sui propri canali social che raffigura uno striscione esposto su un ponte che attraversa la strada e che riporta un messaggio molto chiaro. Le parole scritte dagli ultras bianconeri sono davvero eloquenti e non lasciano spazio all’immaginazione.

Questo il messaggio scritto sullo striscione: “Meglio Fagioli e la sua ludopatia che un infame che fa la spia…Corona uomo di me**a”. I membri del tifo organizzato bianconero si scagliano in questo modo contro Fabrizio Corona e questa sua vicenda che sta ribaltando il calcio italiano tenendolo in scacco da giorni.

"Meglio Fagioli con la ludopatia": Juventus, gli ultras contro Fabrizio Corona
La protesta dei tifosi della Juventus contro Fabrizio Corona non tarda ad arrivare, ecco lo striscione (Instagram – SpazioJ)

Ovviamente nulla è ancora stato decretato con le forze dell’ordine che stanno facendo le indagini e le analisi del caso. Nella giornata di venerdì la polizia aveva fatto irruzione a Coverciano presso il centro sportivo della Nazionale Italiana guidata del CT Luciano Spalletti.

L’obiettivo era interrogare Sandro Tonali e Nicolò Zaniolo, altri due calciatori coinvolti in questa triste vicenda per il calcio italiano assieme al terzino della Roma Nicola Zalewski.

I tifosi della Juventus ora sono in attesa di scoprire quale sarà il destino che spetterà a Fagioli. Il centrocampista classe 2001 era un pupillo del pubblico bianconero prima di questo caso e sarebbe un peccato per tutto il mondo Juve veder rovinare così la carriera di un loro giovane prodotto.

Impostazioni privacy