Allegri può sorridere: un big sulla strada del recupero

La Juventus di Massimiliano Allegri può tirare un sospiro di sollievo. Un big del club bianconero è sulla strada del recupero. 

Nella preparazione della Nazionale guidata dal commissario tecnico Luciano Spalletti, sono molte le attenzioni rivolte alle condizioni fisiche dei giocatori. In particolare, si sta seguendo da vicino la situazione di due talentuosi giocatori: Mattia Zaccagni e Federico Chiesa. Secondo quanto riportato da Sky Sport, le loro condizioni sono al centro dell’attenzione in vista della prossima sfida contro l’Inghilterra, in programma martedì 17 ottobre al Wembley Stadium per le qualificazioni a Euro 2024. Prima della sfida con gli inglesi, attualmente in testa al girone, l’Italia farà i conti con Malta.

Chiesa verso il recupero

Federico Chiesa, esterno della Juventus, è uno dei pilastri della Nazionale italiana. La sua versatilità, la velocità e la capacità di incidere sul gioco lo rendono un elemento chiave nel reparto offensivo. Tuttavia, nelle ultime settimane, Chiesa è stato alle prese con un infortunio che ha destato preoccupazione tra i tifosi e lo staff tecnico.

Chiesa verso il recupero
Chiesa sulla strada del recupero – (LaPresse) SpazioJ.it

Le ultime notizie riportate da Sky Sport suggeriscono che Chiesa potrebbe essere in procinto di fare il suo ritorno in campo proprio contro l’Inghilterra. Il recupero dell’esterno juventino è stato monitorato con attenzione dagli esperti medici, e sembra che stia progredendo positivamente. La sua possibile presenza nella formazione italiana rappresenterebbe una notizia molto positiva per la squadra, che potrebbe contare su di lui per sfidare una delle nazionali più competitive del mondo.

Il ritorno di Chiesa in campo potrebbe portare una ventata di freschezza e creatività al reparto offensivo italiano, offrendo a Spalletti opzioni tattiche interessanti per affrontare l’Inghilterra. La sua abilità nel dribbling, la capacità di creare opportunità da situazioni difficili e la pericolosità nei tiri a lunga distanza potrebbero fare la differenza in una partita di alto livello come quella con l’Inghilterra.

Impostazioni privacy