Allegri ha rinnovato la Juve: i dati sorridono ai bianconeri

La Juventus di mister Massimiliano Allegri domina su palla inattiva. I dati sulla squadra bianconera sono impressionanti. 

La Juventus di Massimiliano Allegri ha dimostrato ancora una volta la sua abilità sulle palle ferme durante il derby contro il Torino, segnando due gol da azioni da fermo, due calci d’angolo che hanno portato a tre punti preziosi. Ma questa non è una novità per la formazione bianconera, che tradizionalmente eccelle in questo aspetto del gioco.

La Juventus domina su palle inattive

Lo scorso anno, la Juventus aveva già mostrato una grande capacità di segnare e difendersi da tiri da fermo. Nella stagione 2023-24, la squadra bianconera ha segnato quattro volte da palle ferme, inclusi rigori e reti da situazioni di mischia. Questo dimostra la loro costante pericolosità su azioni da fermo. I numeri riportati dal quotidiano ‘La Gazzetta dello Sport’ lo confermano.

Gol segnati su palle inattive

Inter 5

Frosinone 5

Napoli 5

Juventus 4

Fiorentina 4

Genoa 4

Milan 4

Roma 4

La Juventus domina su palle inattive
I dati sorridono alla Juventus – (LaPresse) SpazioJ.it

Inoltre, la Juventus è l’unica squadra della Serie A che non ha ancora subito gol su palla inattiva, un dato impressionante che riflette l’attenzione della squadra e le abilità del portiere Szczęsny nelle uscite. Questo saldo positivo sulle azioni da fermo è un vantaggio notevole per la Juventus, che sta attualmente dominando in questo aspetto del gioco.

Gol subiti su palle inattive

Juventus 0

Bologna 1

Inter 1

Milan 1

Lazio 1

Verona 1

Frosinone 2

Genoa 2

Nella Serie A attuale, dove i gol diretti da punizione sono una rarità, le palle ferme si riducono principalmente a calci d’angolo e punizioni laterali. Qui, la Juventus può contare su battitori abili e una batteria di saltatori di grande statura, sia in fase di attacco che in quella di difesa. Questa combinazione di precisione e potenza li rende formidabili in queste situazioni.

Quando colossi come Bremer, Vlahović, e Rabiot si uniscono all’attacco, è estremamente difficile segnare contro di loro o difendersi efficacemente. E quando questi giocatori non sono disponibili, la Juventus può ancora contare sul bomber di scorta Arek Milik, che ha dimostrato la sua affidabilità con due gol in pochi minuti di gioco.

Inoltre, la squadra sta tornando a essere solida in difesa, con solo sei gol subiti fino a questo momento, il secondo miglior record della Serie A dietro solo all’Inter. Questa solidità difensiva è un punto di forza per il tecnico Massimiliano Allegri, che ha sempre costruito i suoi successi su una difesa solida. Un altro dato che attesta l’ottimo periodo della Juventus sono i punti messi a referto in questo inizio di stagione: 17 punti fatti (terzi in classifica), con 14 gol siglati e 6 subiti. Un netto miglioramento rispetto all’avvio della precedente annata: 13 punti fatti (settimi in classifica), con 12 reti realizzate e 5 subiti.

Con un attacco efficace e una difesa robusta, la Juventus sembra pronta a competere per il titolo nella stagione attuale. Con l’aggiunta di giocatori come Vlahović e Chiesa che dovrebbero tornare in squadra dopo aver smaltito i rispettivi infortuni, la squadra di Allegri è pronta a sfidare la capolista Milan e mantenere la propria supremazia sulle palle inattive.

Impostazioni privacy