Allegri: “Noi favoriti? Inutile guardare la classifica”, poi fa chiarezza su Vlahovic e Kean

Alla vigilia di Atalanta-Juventus, Massimiliano Allegri è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida

Sfida ad alta quota al Gewiss Stadium di Bergamo dove alle ore 18:00 di domani si sfideranno Atalanta e Juventus. Massimiliano Allegri, in conferenza stampa, ha presentato il big match della settima giornata.

Allegri presenta Atalanta-Juventus

Queste le dichiarazioni rilasciate da Massimiliano Allegri in conferenza stampa. allegri conferenza stampa

Allegri Atalanta Juventus Lapresse Spazioj.it

Sul match di domani

Di solito con l’Atalanta sono tutte partite combattute. Loro sono in un ottimo periodo di forma, non hanno né subito gol né perso in casa. Dobbiamo fare un’ottima partita. Test di maturità? Abbiamo avuto già uno scontro con la Lazio. Domani è una delle partite in cui per portare via il risultato dobbiamo fare un’ottima prestazione.

Sulle parole di Pioli

La classifica ora è poco importante anche se rimanere tra le prime 4 ti farebbe crescere in autostima. Noi sappiamo che dobbiamo lavorare e arrivare tra le prime 4. Rabiot e Weah stanno crescendo di condizione. Non è un equazione matematica che chi non gioca le coppe è favorita per la vittoria del campionato. Lo confermano i numeri.

Sulle parole di Giuntoli

La squadra ha voglia di fare e lavorare. Noi tutti i giorni lavoriamo sfruttando il fatto di non giocare la Champions. Quando hai una squadra con giocatori più giovani o meno esperti devi vedere le cose in modo positivo perché c’è solo margine di crescita. Credo abbia centrato in pieno tutte le cose. Ci sono partite giochi meglio e altre che giochi meno bene. Non è facile giocare sempre al top nel campionato italiano perché le avversarie di livello. Con il Lecce abbiamo fatto una partita intelligente. Punta di diamante? Il direttore è stato carino, ma le punte di diamante sono i giocatori. Ci vuole un pochettino di pazienza quando vengono fatti errori di inesperienza e gioventù.

Sulla coppia Vlahovic-Chiesa

L’importante è che Vlahovic cominci a star meglio. Domani non ci sarà per il solito problema di lombalgia alla schiena. Questa settimana si è allenato, ma poi si è fermato. Rientra Kean, questa è una nota positiva. Non ci sarà Milik che ha sentito il polpaccio un po’ strano nell’allenamento dopo il match di martedì. Avremo Mancini della Next Gen con noi che sarà convocato.

Sui titolari di domani

Domani giocherà Kean. A centrocampo, invece, c’è il ballottaggio tra Miretti e Fagioli.

Le condizioni di Vlahovic

Lui è da gestire come gli altri. Ha superato la pubalgia, ora ha questo dolore alla schiena. Purtroppo domani non ci sarà.

Su Rugani

Devo valutare, non giocava da tanto e ha avuto problemi di crampi durante la partita con il Lecce.

Su Yildiz

Domani ha possibilità di giocare considerando le assenze di Vlahovic e Milik. Huijsen e Yildiz hanno fatto ottime partite in  Next Gen.

Sui fischi in casa

Fastidio non ne deve dare. Sono situazioni che vanno vissute come stimolo per cercare di dare il meglio. Quest’anno dobbiamo essere concentrati sul tornare in Champions. I tifosi stessi ci possono dare una grossa mano. Giocare in Champions è un palcoscenico diverso e credo faccia piacere a tutti.

Su Weah

Non so se domani giocherà. Arrivava da un contesto diverso, in America ha fatto bene ma poi ha avuto una flessione. Ora sono molto contento perché sta tornando ai livelli del pre campionato.

Sul rendimento delle altre

Dobbiamo prenderci dei vantaggi noi dando continuità ai risultati. Dobbiamo viaggiare a velocità di crociera e fare un tot di punti per raggiungere la Champions. Senza tralasciare quale sia il desiderio di tutti.

Questa la conferenza integrale di Allegri pre Atalanta-Juventus.

Impostazioni privacy