Non indosserà la maglia della Juve, clamoroso sgarbo: salta l’affare sul più bello

Grossa delusione per i tifosi juventini a pochi giorni dalla chiusura del mercato. L’affare con uno dei protagonisti degli ultimi Mondiali salta all’improvviso

Prosegue l’estate all’insegna delle cessioni in casa Juventus. Il nuovo direttore sportivo, Cristiano Giuntoli, da quando è arrivato ha avuto un obiettivo principale: sfoltire la rosa di Massimiliano Allegri. Erano tanti infatti i calciatori ormai considerati degli esuberi dal tecnico livornese, che ha recentemente dichiarato di ritenersi soddisfatto della rosa a sua disposizione. Sono state portate a termine infatti le cessioni di moltissimi calciatori, fra prestiti e cessioni definitive: Zakaria, Paredes, Rovella, Barrenechea, Arthur, Ranocchia, Pellegrini e De Winter . Sul piede di uscita anche Miretti e Nicolussi Caviglia in orbita Salernitana e Bonucci, ormai da tempo sul mercato, per cui ci sono contatti positivi con l’Union Berlino.

È delle ultime ore l’interessamento del Milan per Moise Kean, che potrebbe presentare un’offerta in prestito oneroso, a 5 milioni, con diritto di riscatto pronto a trasformarsi in obbligo al verificarsi di determinate condizioni. Difficile però che la Juventus accetti questo genere di proposta, con i bianconeri che eventualmente vorrebbero monetizzare per poi reinvestire su altri profili.

I soldi e il fascino della Premier fanno ancora centro: sfuma l’obiettivo estivo per il centrocampo dei bianconeri

Intanto la società bianconera continua a lavorare anche su qualche colpo in entrata, soprattutto a centrocampo. I nomi sul taccuino della dirigenza sembrano essere principalmente tre: Habib Diarra, francese classe 2004 dello Strasburgo, Khephren Thuram, francese classe 2001 del Nizza, e Sofyan Amrabat. Proprio quest’ultimo sembra però essere svanito dai sogni juventini. Il centrocampista marocchino di 26 anni in forza alla Fiorentina, di cui in tantissimi ricorderanno ancora le brillanti prestazioni con la maglia della sua nazionale nell’ultimo mondiale disputato in Qatar, era riuscito infatti nell’impresa di raggiungere la semifinale della competizione, persa 2-0 contro la Francia.

A rovinare i sogni dei tifosi bianconeri è arrivato però con prepotenza il Liverpool. Su di lui in trattativa con la Fiorentina c’era già un altro club di Premier League, il Manchester United, che però ha paurosamente frenato nella trattativa che avrebbe dovuto portare il ragazzo oltremanica. Di fatto, l’offerta da 25/30 milioni richiesta dalla Fiorentina non è mai arrivata.

È quindi ora il turno del Liverpool, che lo avrebbe infatti rimesso nel mirino, dopo le tante ed insistenti voci dello scorso inverno ma non solo. I Reds sono alla ricerca di un centrocampista dopo le partenze di Fabinho ed Henderson, volati in Arabia Saudita e, visti sfumati gli obiettivi Moses Caicedo e Romeo Lavia, hanno individuato in Amrabat il rinforzo giusto per la propria mediana.

Il club viola non ha preferenze, ma la certezza è una: Amrabat parte solo se arriva sul tavolo l’offerta chiesta dalla Fiorentina, forte della scadenza al 2025 del contratto del centrocampista. Il ragazzo, non è un mistero, gradirebbe molto giocare in Premier e la situazione potrebbe scaldarsi parecchio nel giro dei prossimi giorni.

Pur non arrivando a lui però, Massimiliano Allegri potrebbe avere la pedina fondamentale del centrocampo già in casa: Paul Pogba. Per il francese infatti si comincia a intravedere un filo di luce in fondo al tunnel. Certo, servirà ancora prudenza e molta pazienza, ma dall’ultima amichevole contro l’Alessandria sono arrivate le indicazioni che tutti aspettavano. Paul risponde positivamente all’aumento dei carichi di lavoro: il suo impiego sarà graduale, ma tra la prima di campionato e la seconda col Bologna potrebbe già andare in panchina.

Impostazioni privacy