Amauri: “Juve e Toro sentono il derby diversamente. Io via dai bianconeri a causa sua”

Domani, 2 ottobre 2021, alle ore 18:00, va di scena il derby di Torino tra Torino e Juventus. In attesa che le due squadre si diano battaglia in campo, fuori dal campo c’è qualcuno che prova a far respirare l’atmosfera di questa partitissima. Tra questi spunta Amauri.

Intervistato dal Corriere di Torino, l’ex attaccante delle due squadre torinesi ha spiegato cosa voglia dire giocare in funzione del derby, quando si vestono queste due maglie. A proposito della sua esperienza con il bianconero addosso, non mancano stoccate all’indirizzo di Beppe Marotta, reo di averlo allontanato da Madama. Di seguito, ecco le parole pronunciate dall’italo-brasiliano:

Amauri Torino derby
Amauri Torino derby

SUL DERBY – “La Juve affronta più competizioni, fa una preparazione diversa: giocatori e tifosi lo sentono meno. Il Toro invece ha una settimana per prepararlo e sente la pressione“.

SULLA SULLA ESPERIENZA ALLA JUVE –ll primo anno fu fantastico, ho giocato in Champions, fatto gol al Real. Ho condiviso grandi emozioni con campioni come Del Piero, Trezeguet e Buffon. La stagione 2009-10 fu la più brutta: mancava la società, non c’era un ds, non c’era niente“.

SUL SUO ADDIO – Sono stato fatto fuori da Marotta. Sui giornali uscì che non avevo accettato certe destinazioni, la tifoseria se la prese con me e andai via“.

Impostazioni privacy