Marchisio su Conte: “Quando è arrivato alla Juve ci ha toccato nell’orgoglio”

Claudio Marchisio intervista
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Marchisio svela alla “Gazzetta dello Sport” un aneddoto legato all’arrivo di Conte alla Juventus dicendo: “Ci ha toccato nell’orgoglio, dicendo: ‘è due anni che arrivate settimi, è due anni che fate schifo. Quindi qua o si pedala o si va via.’ Ci ha spinto a metterci alla prova, ad aver voglia di guadagnarci le vittorie”.

L’ex biancoero poi prosegue con parole di lode e affetto nei confronti di Dechamps: “Sono quelli che mi hanno cambiato tanto. Dechamps è stato allenatore della Juve in un periodo difficilissimo”.

Conclude l’intervista negando i presunti cattivi rapporti con Massimiliano Allegri: “Con lui i primi anni avevo avuto un rapporto ottimo, mi ha anche cambiato di ruolo, è vero che già Conte, per qualche infortunio di Pirlo, mi aveva spostato davanti alla difesa. Ma a differenza di Antonio che dava compiti precisi ad ogni ruolo, in varie partite Max invece mi lasciava più o meno libertà in base all’avversario, quindi mi responsabilizzava molto. Anche con lui ho fatto una crescita importantissima e lo ringrazierò sempre”.