Moviola Gazzetta – Giusto espellere Cuadrado, Luiz Felipe era da rosso

Arbitro Michael Fabbri
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Questa mattina la Gazzetta dello Sport ha analizzato nella sua moviola gli episodi controversi di Lazio-Juventus che hanno fatto discutere e non poco.

28′ – Il primo episodio è quando Immobile si mette in proprio e sfida Cuadrado in area di rigore il quale sbilancia l’attaccante allargando leggermente un braccio. Per Fabbri è tutto ok e la dinamica del replay conferma che il contatto è troppo leggero per assegnare il penalty.

31′ – Correa fa il mago sulla linea dell’area di rigore e Bentancur lo stende con un pestone secco. Il replay mostra che il contatto è chiaramente fuori dall’area e Fabbri assegna correttamente la punizione dal limite, giusto non ammonire.

56′ – Luiz Felipe in netto ritardo va a contrasto in scivolata con Matuidi e il brasiliano centra in pieno la caviglia del francese con il piede a martello. Gli estremi per il cartellino rosso ci stanno ma Fabbri giudica il contatto regolare e lascia proseguire, Irrati non interviene dal VAR.

68′ – Lazzari parte spedito in contropiede solitario verso la porta della Juventus, a Cuadrado gli taglia la strada e lo atterra. La prima impressione di Fabbri è di un semplice giallo ma il VAR lo assiste e analizzando meglio la situazione lo convince ad espellere il colombiano. La dinamica mostra una chiara occasione da gol, giusta l’espulsione e bravo Fabbri a tornare sui suoi passi.