Douglas Costa: "Quello di Mosca è stato il gol più bello della mia carriera. Il calcio è gioia quindi incompatibile con il razzismo"

Douglas Costa: “Quello di Mosca è stato il gol più bello della mia carriera. Il calcio è gioia quindi incompatibile con il razzismo”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Douglas Costa intervistato da Sky Sport ha rilasciato alcune dichiarazioni. Partendo dalla rete di Mosca mercoledì contro la Lokimotiv che il bianconero descrive come: “Il gol più bello della mia carriera”, spiegando che non è solito a togliersi la maglia ma è stato un gesto liberatorio, aggiunge di dedicare la rete alla compagna Natalhia.

Parla del ruolo da trequartista, dicendo che è un ruolo a lui noto ma erano anni che non veniva sistemato in quel ruolo, in passato giocava ad trequartista nel 4-2-3-1, ora il ruolo è diverso in quanto deve lasciare spazio ai centrocampisti come Matuidi oppure a chi crea gioco come Pjanic oppure Bentancur, ma allo stesso tempo deve stare vicino alla punta centrale come Higuain o Dybala, inoltre deve cambiare passo in modo da creare superiorità in fase offensiva.

In vista del match contro il Milan parla di un giocatore che lui conosce bene che è Paqueta dicendo che l’ha visto giocare in Nazionale e pensa che sia un ottimo giocatore e che essendo giovane avrà tempo di mostrare le proprie qualità, Douglas spiega che il calcio europeo è diverso da quello brasiliano soprattutto dal punto di vista dell’aggressività e poi aggiunge: “Il Milan del passato aveva tutti fenomeni, soprattutto brasiliani in squadra, ma credo che sia comunque una buona squadra e meriti grande rispetto”.

Al termine dell’intervista gli viene chiesto un parere sul caso che ha coinvolto Mario Balotelli a Verona, il numero 11 bianconero racconta che Balotelli è un suo amico e gli dispiace per l’accaduto, dice di capire bene il problema visto il colore della sua pelle, lui condanna il razzismo e conclude dicendo: ” Io credo che le persone che commettono questi atti possano essere individuate, non meritano di esultare per un gol, perché il calcio è uno spettacolo, porta gioia e non è compatibile con queste manifestazioni” .

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy