Mandzukic ancora assente, la Juve aspetta il suo leader

Mandzukic ancora assente, la Juve aspetta il suo leader


Continua il periodo difficile di Mario Mandzukic. Il capitano della Juventus questa sera non è riuscito a riscattare le ultime uscite deludenti in campionato. Il croato, fresco di rinnovo con i bianconeri, ha deluso anche contro l’Ajax in Champions League ed ora il suo posto da titolare fisso è in dubbio.

Mario Mandzukic, leader carismatico della Juve, è sembrato scarico e stanco alla Johan Cruijff Arena . Uno dei motivi è da imputare sicuramente alle scorie dei Mondiali, dove la sua Croazia si è arresa solo in finale contro una grande Francia. Pochi spunti, zero idee. I suoi appoggi e la sua forza fisica contro i lancieri non hanno avuto i risultati sperati e Allegri lo boccia dopo un’ora di gioco.

ASPETTANDO IL VERO MANDZUKIC

Massimiliano Allegri gli dà fiducia anche contro l’Ajax. Prima punta, con Cristiano Ronaldo e Bernardeschi pronti a servirlo. Il croato però, non conclude neanche una volta in porta e non riesce a far salire la squadra. A fine match, inoltre, rimane il giocatore con meno passaggi riusciti nella Juventus.

Un momento no per super Mario: l’ultimo gol del croato risale infatti a dicembre in Serie A. In Champions League, ha all’attivo solo una rete in questa edizione. Dopo l’infortunio, che lo ha tenuto fuori per cinque partite, Mandzukic non si è più ritrovato. Sempre titolare, ma mai più decisivo. Nelle ultime sette partite, il croato, non ha realizzato nemmeno una rete.

Contro l’Ajax ha toccato pochi palloni ed è stato gestito perfettamente dal giovane, ma esperto, De Ligt. Meglio, decisamente meglio, il suo sostituto Douglas Costa bravo a spaccare il gioco e a creare palle pericolose, sfiorando anche il gol del 1-2.

La Juventus ha bisogno di ritrovare il suo leader, in Serie A così come in Champions League. La Juventus ha bisogno del vero Mario Mandzukic.