Partita solida e di personalità. Chiellini è un muro invalicabile

Partita solida e di personalità. Chiellini è un muro invalicabile


Nel successo per 1-0 di ieri sera della Juventus sul Napoli, oltre al concreto reparto avanzato, è stato sicuramente protagonista il reparto difensivo. Un reparto difensivo che rimane inviolato. Al San Paolo. Merito sicuramente della coppia Benatia-Chiellini e degli esterni ritrovati, ottimi in copertura. Il vero perno e guida del settore difensivo però si conferma Giorgio Chiellini. Un muro insuperabile.

CHIELLINI, THE WALL

Contro il Napoli è stato un muro. I palloni sono tutti suoi: di testa, con i piedi. In area di rigore Chiellini è ancora un osso durissimo. Il tridente di Sarri gli sbatte contro, senza mai riuscire ad essere pericoloso. Comanda il reparto arretrato, coadiuvato da un ritrovato Medhi Benatia. Guida la difesa come al solito e spegne ogni iniziativa avversaria. Sulle palle alte domina e da sicurezza a tutto il reparto. Un leader. E pazienza se ogni tanto c’è qualche sbavatura o non fa passaggi illuminanti. Il Chiello è così, un difensore all’antica. Di quelli ruvidi, che non tolgono mai la gamba. Insomma il difensore che ogni tifoso vorrebbe nella sua squadra.

La Juve ha eretto un muro insuperabile. Giorgio è tornato a prendersi le proprie responsabilità, come solo un grande calciatore farebbe. Il difensore toscano ha mostrato la solita leadership da vero e proprio trascinatore. La sua condizione ottima viene evidenziata dai suoi contrasti e dalla sua tranquillità che annullano il tridente partenopeo.

A servizio di Massimiliano Allegri c’è un muro: Giorgio Chiellini.