La squadra perde e l’allenatore mette i giocatori ai lavori forzati: ecco la singolare vicenda

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

C’è chi invoca il massimo impegno dei giocatori, chi chiede la “maglia sudata” e chi mette ai lavori forzati i propri calciatori. Sì, proprio così, “lavori forzati”.

Radomir Korytar, tecnico del Banik Ostrava, prima divisione ceca, passerà alla storia per una decisione molto singolare. L’allenatore ha infatti deciso di punire la sua squadra dopo l’umiliante sconfitta per 4-3 con una squadra di quarta divisione nella Coppa nazionale, arrivata dopo cinque gare di campionato in cui la squadra ha raccolto solo un punto, munendo i calciatori di rastrelli, vanghe ed altri arnesi. Questi dovranno presentarsi ogni mattina alle 6,45 e lavorare per migliorare l’aspetto del centro sportivo in cui si allenano.“Sarà così fino a venerdì e spero che capiscano che vita agiata fanno grazie al fatto di essere calciatori”, ha fatto sapere Korytar.