Un anno fa la svolta nel derby, ora la musica è cambiata

Un anno fa la svolta nel derby, ora la musica è cambiata


Quante cose cambiano in appena un anno. Di questi periodi, la passata stagione, la Juventus faceva grande, grandissima fatica a incanalare vittorie, a trovare spazio nelle posizioni nobili della classifica. Eppure, tutti sappiamo come sia andata a finire: quinto scudetto consecutivo, girone di ritorno perfetto e tanti record collezionati dalla Vecchia Signora. Mai nessuna squadra nella storia della Serie A aveva vinto il campionato dopo aver ottenuto un punto nelle prime tre partite e dopo aver perso almeno 4 delle prime dieci gare. Ma, nella storia della scorsa stagione vi è un chiaro punto di svolta: Juventus-Torino 2-1, goal di Cuadrado al 94′. Era il 31 ottobre 2015, esattamente un anno fa.

GIOIA AL 94′

I fantasmi scompaiono sulla testa di Allegri nella notte di Halloween all’ultima azione del derby: minuto 94′, ci pensa Cuadrado a scacciarli firmando il primo gol con la maglia bianconera. Il Derby della Mole rappresentava l’occasione perfetta per rilanciarsi in campionato dopo lo stop con il Sassuolo e la Juventus riuscì a centrare l’obiettivo quando sembrava ormai sfumato. In uno Stadium tutto esaurito, e con Antonio Conte in tribuna, i bianconeri ripartirono in campionato, agganciando proprio il Torino e la Sampdoria a quota 15. Ma i punti che la separavano dall’Inter, allora capolista, erano ancora tanti, 9 per l’esattezza. Inoltre, era dal 1993 che la Juventus non si presentava al derby da una posizione di svantaggio in classifica.

LA SVOLTA 

Cuadrado-cuore

A volte basta davvero poco per rovesciare il mondo. Da quella sera la Juventus non si è più fermata. Ha macinato record, assicurandosi il quinto scudetto consecutivo. 73 punti conquistati dalla squadra bianconera – sui 75 disponibili – nelle ultime 25 giornate: sono 24 vittorie e un pareggio, 0-0 a Bologna il 19 febbraio 2015. Come dimenticare poi i 974 minuti di imbattibilità di Gianluigi Buffon, record della serie A, stabilito tra la 19ª e la 30ª giornata. Insomma, uno scudetto da ricordare come una delle imprese più belle e avvincenti della Vecchia Signora.

TUTTA UN’ALTRA STORIA 

A distanza di un anno è cambiato tutto. La Juventus ora è saldamente al comando della classifica a 4 punti di distanza dalla Roma. 9 vittorie e 2 sconfitte nelle prime 11 di campionato, fatali le sfide contro Inter e Milan a San Siro. I bianconeri hanno un Gonzalo Higuain in più e tanto voglia di dominare ancora in Italia, e di far bene anche in Europa. Dopo 11 giornate i punti sono 27 e non 15 come nella passata stagione, quasi il doppio. Se queste sono le premesse, i bianconeri hanno, ancora una volta, la possibilità di scrivere pagine importanti della storia del calcio nostrano e non solo.

Luca Piedepalumbo

ULTIME NOTIZIE