Summit con Chelsea e Real: Cuadrado e Morata, sarà dura. Ma Marotta rilancia sui fantasisti...

Summit con Chelsea e Real: Cuadrado e Morata, sarà dura. Ma Marotta rilancia sui fantasisti…


Una volta ufficializzata la conferma di Massimiliano Allegri (con annesso prolungamento di contratto e sostanzioso ritocco d’ingaggio), i“piani-Champions” dell’amministratore delegato Beppe Marotta e del direttore sportivo Fabio Paratici prevedono, nell’ordine, innanzitutto la definizione delle situazioni dei giocatori in scadenza (Patrice Evra verso il rinnovo, Martin Caceres ai saluti d’addio) nonché la definizione delle situazioni dei giocatori in bilico. Vale a dire quei prestati/opzionati il cui futuro non dipende in maniera assoluta dalla volontà della Juventus, anzi… Juan Cuadrado (a Torino in prestito secco) e Alvaro Morata (sul quale pende un diritto di recompra da parte dei Blancos).

morata-pogba-cuadrado

Come si legge dalle pagine del Tuttosport, proprio in quest’ottica, Marotta ha in agenda due summit, a Londra e Madrid, nei quali proverà a venire a capo della situazione. Tendenzialmente provando a fare leva – è questo l’unico spiraglio in una doppia partita oggettivamente non semplice da vincere – sulla volontà dei due giocatori di continuare a far parte del progetto Juventus.

Ma i summit in questione, in realtà, torneranno utili anche per affrontare altri temi caldissimi. Rappresenteranno, cioè, un assist per provare ad approfondire i discorsi legati a Isco e Oscar. Vale a dire, due trequartisti che Allegri ha posto in vetta alla lista delle proprie preferenze. Il nodo fantasista, del resto, rappresenta un tormentone andato via via crescendo a partire dall’ insediamento del tecnico livornese sulla panchina bianconera. E se due anni fa – al debutto, tra fischi e perplessità della piazza – le esigenze tecniche del Conte Max non avevano un peso specifico clamoroso, beh, ora a distanza di due stagioni e due scudetti vinti, quelle esigenze tattiche assumono un valore differente. Sia Oscar, sia Isco risultano tra i sacrificabili di Chelsea e Real Madrid. Marotta ha già fatto sapere alle controparti, tramite intermediari, il proprio elevato grado di interesse.

Loading...