Il 4-3-3 camaleontico con il quale Allegri ha (ri)dato linfa alla Juventus