Chi sale e chi scende: Asamoah è una conferma, Alex Sandro ancora spaesato