Alla Juventus serve davvero Keita?