Gli Agnelli e la continuità a lieto fine