Palermo-Juve, l'analisi tattica: centrocampo nullo, punte alla deriva e assenza di cattiveria