Witsel, la sua pazza giornata torinese: l'inutile velocità