Evra, incubo finali europee. Ma è dalle sconfitte che nascono le vittorie più belle