Fassino: "Chi vince sempre suscita invidia"